guarda i video su

 


pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

EmailStampaEsporta ICS

Migrazioni - Lake Como Film Festival - Ingresso libero

Evento

Titolo:
Migrazioni - Lake Como Film Festival - Ingresso libero
Quando:
Mer, 25. Ottobre 2017, 20:30 h - Mer, 16. Maggio 2018
Dove:
Como, Como
Categoria:
Proiezione Film
Creato da:
baffa

Descrizione

MIGRAZIONI

Diritto e diritti nello sguardo del cinema
Mercoledì 25 ottobre 2017 / Mercoledì 16 maggio 2018
Como Aula Magna Università dell'Insubria di Sant’Abbondio
Ore 20.30. Ingresso libero.

A cura di Barbara Pozzo e Alberto Cano.
In collaborazione con Lake Como Film Festival.
Con il patrocinio del Comune di Como, Associazione Giustizia e Democrazia, Camera Civile di Como.


L’intensificazione dei flussi migratori dal Sud del Mondo ha posto le società europee innanzi alla sfida della gestione di questo fenomeno, da realizzare, nel breve termine, sul piano dell’accoglienza e, nel lungo periodo, attraverso la realizzazione di adeguate politiche d’integrazione. Il conseguimento di questo obiettivo sollecita una riflessione approfondita sull’immigrazione, che ne indaghi le ragioni profonde, le implicazioni umane e civili e le potenzialità spesso inespresse o misconosciute. Solo un approccio autenticamente aperto a cogliere la complessità di queste dinamiche può infatti permettere il superamento di quelle diffuse resistenze culturali e politiche che, spesso, impediscono un confronto sereno e costruttivo sulle possibili modalità d’intervento.
Il Dipartimento di Diritto, Economia e Culture dell’Università degli Studi dell’Insubria, da tempo, nell’esercizio del proprio ruolo formativo e culturale, affronta in chiave interdisciplinare le questioni migratorie, sia offrendo un percorso universitario completo (laurea in Scienze della mediazione interlinguistica e interculturale; laurea magistrale in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale) sia collaborando con le istituzioni deputate a farsi carico della gestione dell’emergenza e dell’integrazione.
La rassegna che qui si presenta si inserisce a pieno titolo tra le iniziative rivolte alla comprensione del fenomeno, nella convinzione che lo strumento cinematografico sia utile per coglierne la complessità, offrendo una chiave di lettura efficace per leggere senza pregiudizi le trasformazioni della società in cui viviamo. Al confronto parteciperanno non solo docenti del Dipartimento di Diritto, Economia e Culture e di altre Università italiane, ma anche professionisti ed operatori a vario titolo impegnati sul territorio e quotidianamente chiamati a confrontarsi con la sfida dell’immigrazione.

 

 

 
Mercoledì 25 ottobre

FUOCOAMMARE


Regia: Gianfranco Rosi. Soggetto: Gianfranco Rosi da un’idea di Carla Cattani. Fotografia: Gianfranco Rosi (correzione colore di Luca Bigazzi). Montaggio: Jacopo Quadri. Interpreti: Samuele Pucillo, Mattias Cucina Giuseppe Fragapane, Pietro Bartolo.
Italia/Francia 2016. 108 minuti.
Festival del Cinema di Berlino 2016 Orso d'Oro Miglior Film.


“Fuocoammare” è l'ultimo film documentario di Gianfranco Rosi. Nel suo viaggio intorno al mondo per raccontare persone e luoghi invisibili ai più, dopo l’India dei barcaioli (“Boatman”), il deserto americano dei drop-out (“Below Sea Level”), il Messico dei killer del narcotraffico (“El Sicario - Room 164”), la Roma del Grande Raccordo Anulare (“Sacro Gra”), Gianfranco Rosi è andato a Lampedusa, nell’epicentro del clamore mediatico, per cercare, laddove sembrerebbe non esserci più, l’invisibile e le sue storie. Seguendo il suo metodo di totale immersione, Rosi si è trasferito per più di un anno sull’isola facendo esperienza di cosa vuol dire vivere sul confine più simbolico d’Europa raccontando i diversi destini di chi sull’isola ci abita da sempre, i lampedusani, e chi ci arriva per andare altrove, i migranti. Da questa immersione è nato “Fuocoammare”. Racconta di Samuele che ha 12 anni, va a scuola, ama tirare con la fionda e andare a caccia. Gli piacciono i giochi di terra, anche se tutto intorno a lui parla del mare e di uomini, donne e bambini che cercano di attraversarlo per raggiungere la sua isola. Ma non è un’isola come le altre, è Lampedusa, approdo negli ultimi 20 anni di migliaia di migranti in cerca di libertà. Samuele e i lampedusani sono i testimoni a volte inconsapevoli. "Il film viene scritto girando, non c’è mai una cosa scritta su carta. “Fuocoammare” è come una partenogenesi, un film che si è autoindotto, autofecondato. Nessuna scena era mai stata scritta, concepita, prima che si palesasse davanti alla cinepresa. E qui sta la meraviglia: quando dico che il mio film è un documentario è perché tutto nasce sempre dalla realtà. Io le chiamo le deità dei documentaristi: qualche volta ti regalano delle cose totalmente stupende, per quello che accade davanti alla cinepresa. L’incontro tra Bartolo e Samuele, tra il ragazzino e il medico, io credo che nessuno scrittore, nessun sceneggiatore, nessun attore, nessun regista potrebbe metterlo in scena in quel modo lì. La realtà s’impone con una forza che va al di là del pensiero". Gianfranco Rosi.


Barbara Pozzo
Professore ordinario di Diritto Privato Comparato presso il Dipartimento di Diritto, Economia e Culture, di cui è anche Direttore. Si è laureata presso l’Università degli Studi di Milano ed ha conseguito il Dottorato di ricerca in Diritto comparato all’Università di Firenze. Si è specializzata presso il Max-Planck Institut di Amburgo (Germania) e presso la Faculté Internationale de Droit Comparé di Strasburgo (Francia). È stata più volte Visiting Professor negli Stati Uniti (Fordham University di New York; University of California at Davis; Louisiana State University). È Direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca in Diritto Comparato, fondato con le Università degli Studi di Milano e Bologna, ed è Coordinatore, presso l'Università degli Studi dell'Insubria, del Corso di Laurea in Scienze della mediazione interlinguistica e interculturale e del Dottorato di ricerca in Diritto e scienze umane. Dirige le Collane "Le lingue del diritto" e "Diritto ed Economia dell’Ambiente", entrambe edite da Giuffrè - Milano.

Antonio Lamarucciola
Avvocato civilista iscritto all’albo di Como dal 1996, a partire dall’emergenza “nord Africa” è impegnato nell’assistenza e consulenza per i migranti richiedenti protezione internazionale, seguendo prevalentemente le fasi giudiziali della richiesta di asilo.
A fronte dell’emergenza che ha colpito la città di Como nell’estate del 2016, è stato fra i promotori dell’Osservatorio Giuridico per i Diritti dei Migranti, che ha visto l’adesione di diversi Avvocati comaschi oltre che del CSV e della Camera Penale di Como e Lecco; grazie al contributo dei legali coinvolti, l'Osservatorio da un anno garantisce un'informazione legale ai migranti che si trovano a transitare nella città di Como. Quale portavoce dell’Osservatorio ha partecipato all’organizzazione di eventi formativi in tema di diritto dell’immigrazione in collaborazione con le istituzioni del territorio e con l’Università degli Studi dell’Insubria.

Lino Panzeri
Laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi dell’Insubria, ha qui conseguito anche il Dottorato di ricerca in Storia e dottrina delle istituzioni. Già Ricercatore di Istituzioni di diritto pubblico nell’Università degli Studi di Verona, lavora oggi presso il Dipartimento di Diritto, Economia e Culture dell’Università degli Studi dell’Insubria, dove insegna Elementi di diritto pubblico e Diritto dei migranti. I suoi temi di ricerca riguardano, in particolare, le trasformazioni del regionalismo italiano e la tutela dei diritti delle minoranze in Italia ed in Europa.

Mercoledì 25 ottobre
FUOCOAMMARE
di Gianfranco Rosi
Italia/Francia 2016

Mercoledì 15 novembre
WELCOME
di Philippe Lioret
Francia 2009

Mercoledì 13 dicembre
LA BÀS Educazione Criminale
di Guido Lombardi
Italia 2011

Mercoledì 24 gennaio
UN GIORNO SENZA MESSICANI
di Sergio Arau
Stati Uniti/Messico/Spagna 2004

Mercoledì 21 febbraio
COSE DI QUESTO MONDO
di Michael Winterbottom
Gran Bretagna 2002

Teatro Sociale - Mercoledì 21 marzo
L'ALTRO LATO DELLA SPERANZA
di Aki Kaurismäki
Finlandia 2017

Mercoledì 18 aprile
IO SONO LÌ
di Andrea Segre
Italia/Francia 2011

16 maggio
NUOVOMONDO
di Emanuele Crialese
Italia/Francia 2006

 


Sede

Location:
Aula Magna dell'Università dell'Insubria
Via:
Sant'Abbondio 9
CAP:
22100
Citta`:
Como
Provincia:
Como
Nazione:
Italy