guarda i video su

pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2018
.
 
 
 
 

SISTRI - Braga (Pd): "Controlli certi ma Ministero Ambiente deve garantire che su Sistri si volta pagina"

Roma, 22 maggio 2015) "Grazie allo storico traguardo della legge sugli ecoreati l’Italia dà finalmente applicazione concreta al principio del " chi inquina paga". Ecco perché la gestione e il controllo del ciclo dei rifiuti, specie quelli più pericolosi, devono essere efficaci, semplici e trasparenti a tutela dei cittadini e delle imprese . Dal Ministero dell'Ambiente sulla questione SISTRI , da me sollevata con un'interrogazione in Commissione Ambiente alla Camera , arriva oggi una risposta onesta, ma francamente non esaustiva rispetto all'esigenza di rapidità e chiarezza sia sui tempi del bando pubblico per il nuovo sistema di controlli che supererà il SISTRI, sia sul tema dei contributi e delle sanzioni". Così Chiara Braga, deputata e responsabile nazionale Ambiente del Partito Democratico, commentando la risposta sul Sistri oggi in VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera.

Leggi tutto: SISTRI - Braga (Pd): "Controlli certi ma Ministero Ambiente deve garantire che su Sistri si volta...

DA ALEX ZANOTELLI : Legge sui reati ambientali, l’ennesimo regalo agli inquinatori di professione.

Diciamolo subito: la legge sui reati ambientali, che verrà approvata definitivamente dal Parlamento italiano in queste ore, recependo in qualche modo le sollecitazioni europee a legiferare in materia, è serva delle lobbies industriali e favorisce in maniera spudorata gli inquinatori di professione, complicando a dismisura le fattispecie probatorie.
Tutto quello che sta avvenendo in Parlamento ha il sapore di una vergognosa costruzione scenografica nella quale, dietro la facciata di una legge che intenderebbe colpire i delitti contro l’ambiente, ancora una volta al bene dei cittadini ed alla tutela della loro salute viene sfacciatamente anteposto l’interesse del peggior potere economico e finanziario, con l’effetto devastante di ostacolare, invece che semplificare, le attività di indagine e giudizio su questa delicatissima materia.

Leggi tutto: DA ALEX ZANOTELLI : Legge sui reati ambientali, l’ennesimo regalo agli inquinatori di professione.

CAMBIAMENTO CLIMATICO - Braga (PD): “STRATEGIA ADATTAMENTO PRIORITA’ PER ITALIA NELL’ANNO DELLA CONFERENZA SUL CLIMA DI PARIGI”.

(Roma, 21 maggio 2015) “Nell’anno della Conferenza ONU sul clima (COP21)  di dicembre a Parigi,  che dovrà segnare una tappa decisiva nei negoziati del futuro accordo internazionale per il dopo 2020, con l’adozione dei grandi orientamenti globali sull’ambiente, come deciso a Durban nel 2011, è necessario che l’Italia faccia la sua parte dando effettività alle azioni concrete previste nella Strategia di adattamento al cambiamento climatico adottata a fine 2014 dal Governo Italiano. Anche l’Italia non è immune dagli effetti del cambiamento climatico che  costano al Paese quasi 5 miliardi l’anno. Basti pensare che alluvioni, siccità, desertificazione, consumo di suolo altri estremi, come ci ricorda l’Università degli Studi di Firenze, sono aumentati del 900% rispetto agli anni ‘60-’90. Una politica utile e lungimirante deve dare priorità alla riduzione dei gas a effetto serra e considerare l’adattamento e la manutenzione del territorio la prima grande opera che serve all’Italia. Per queste ragioni ho presentato, insieme ad altri colleghi del PD, una risoluzione in Commissione Ambiente affinché il Governo assuma in tempi rapidi l'impegno a dare piena attuazione  alla Strategia di Adattamento ai Cambiamenti Climatici e a definire modalità e strutture operative per implementare il necessario Piano Nazionale per l’Adattamento ai Cambiamenti Climatici”. Così Chiara Braga presentando una risoluzione in Commissione Ambiente sottoscritta anche dai colleghi Carrescia, Manfredi, Mazzoli, Bratti,  Mariani, Dallai, Zardini, Borghi, Realacci, Bianchi, Ginoble, Gadda.
 
In allegato il testo della risoluzione presentata in Commissione Ambiente

 

“Carta di Milano” - dichiarazione pubblica sostenuta da varie personalità del mondo culturale, sociale e scientifico, con primi firmatari Moni Ovadia ed Alex Zanotelli e sostenuta dall’associazione CostituzioneBeniComuni

Carissime/i,

qualche giorno fa è stata presentata con grande clamore la “Carta di Milano”  che dovrebbe essere il lascito che EXPO consegna all’umanità.

In allegato trovate una dichiarazione pubblica sostenuta da varie personalità del mondo culturale, sociale e scientifico, con primi firmatari Moni Ovadia ed Alex Zanotelli e sostenuta dall’associazione CostituzioneBeniComuni; nella nostra dichiarazione, dopo un attenta analisi della “Carta”, esprimiamo un parere decisamente critico ed annunciamo per il 26/27 giugno un grande convegno internazionale.

Se dopo averla letta la condividete aiutateci a farla girare, rilanciatela.

Se non lo condividete, fatela comunque girare per affermare, anche su questo tema, il diritto ad un pluralismo di posizioni che oggi sembra difficile vedere realizzato.

Buona lettura,

Vittorio

SISTRI , Braga (PD): "Superare il “SISTRI con un sistema efficace di tracciabilità dei rifiuti”

L ’on. Chiara Braga presenta alla Camera presenta un’interrogazione ai ministri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico sul Sistema di tracciabilità dei rifiuti.

(Roma, 4 maggio 2015) “Il traffico illegale di rifiuti è una delle attività più redditizie delle ecomafie: secondo le più recenti stime vanno alla criminalità organizzata per i soli rifiuti speciali oltre 3 miliardi di euro l’anno con gravi danni per l’ambiente e la salute dei cittadini. Un fenomeno che non conosce crisi e contro il quale è urgente attivare un sistema di tracciabilità per la gestione e la movimentazione dei rifiuti da parte delle aziende che sia semplice, efficace e non troppo oneroso, come chiesto anche dall'Unione Europea. Ma, come evidenziato anche da numerosi atti di sindacato ispettivo presentati in Parlamento, il Sistri non ha fino ad oggi centrato gli obiettivi per i quali è nato. Tanto che il Ministro dell’Ambiente Galletti da tempo ha annunciato che entro il 30 giugno 2015 si procederà a una nuova gara per l’attivazione di un nuovo sistema di tracciabilità che sostituirà il Sistri, nel rispetto dei criteri e delle modalità di selezione disciplinati dal codice degli appalti pubblic

Leggi tutto: SISTRI , Braga (PD): "Superare il “SISTRI con un sistema efficace di tracciabilità dei rifiuti”

PARTITE IVA: IL GOVERNO PENALIZZA I GIOVANI

Il governo, attraverso la legge di stabilità,penalizza proprio quei giovani professionisti che dice di voler tutelare. «Nonostante la sua retorica giovanilistica – commenta Ivan Talloru, responsabile Nidil Como - se oggi i freelance under 35 beneficiano di una tassazione al 5% grazie al regime dei minimi, quanti non usufruiscono già del vecchio sistema si troveranno col nuovo regime a dover pagare il 15%». Sembra troppo bassa la soglia di 15 mila euro di reddito annuo al di sopra dei quali non si può usufruire del regime agevolato: «Se da un lato potrebbe incentivare l’evasione fiscale per tutti coloro che rischiano di oltrepassare il limite anche di poche centinaia di euro, dall’altro costringe quelle decine di migliaia di professionisti, il cui reddito medio si aggira proprio attorno alla soglia minima individuata dalla legge, a non incrementare il proprio volume d’affari per evitare di incorrere in una maggiore tassazione». Nulla è stato invece previsto per quanto riguarda la ripartizione dell’onere contributivo: «Per i professionisti della gestione separata Inps, l'onere grava per intero sul lavoratore. Riteniamo quindi necessario che anche le partite Iva della Gestione separata abbiano la stessa ripartizione dell’onere contributivo, prevedendo meccanismi di rivalsa obbligatoria sul committente e contemporaneamente un aggancio dei compensi a quelli previsti dai Ccnl per analoghe professionalità». Il popolo delle partite iva anche a Como è numeroso: «Fare una stima è pressochè impossibile – conclude Tallore – Nidil ne intercetta almeno un centinaio all’anno. Le problematiche maggiori sono quelle giuridiche e fiscali». Per maggiori informazioni: Ivan Talloru, Nidil Cgil Como, 335.5787653

Rinnovato il contratto degli operai agricoli.

Rinnovato il contratto degli operai agricoli. In provincia di Como sono 1500 Como, 23 ottobre 2014 - È stato sottoscritto a Roma da Fai, Flai e Uila con Confagricoltura, Coldiretti e Cia il rinnovo del contratto degli operai agricoli e florovivaisti con decorrenza 1 gennaio 2014. il rinnovo interessa un milione di lavoratori in Italia e 1500 in provincia. «Si tratta di un risultato importante – commenta Patrizia Baitieri, segretaria Flai Cgil Como – ci sarà un aumento salariale pari al 3,9% per il biennio 2014-2015 in due tranche da 2,1% e 1,8%.
Su una retribuzione media di 1.300 euro mensili si avrà a regime un aumento di circa 50 euro per quattordici mensilità. Inoltre è stata rafforzata l’esigibilità dei contratti provinciali di Lavoro. In tema di welfare contrattuale, è stato aumentato di un giorno il permesso per i padri in occasione della nascita e adozione dei figli. È stato anche ottenuto un periodo di aspettativa oltre il comporto per i lavoratori affetti da patologie oncologiche. Il rinnovo vede l’inclusione anche dei lavoratori della manutenzione del verde». «Gli addetti in provincia – conclude Baitieri - sono prevalentemente occupati nelle aziende florovivaistiche e di gestione del verde nonchè nei molti agriturismi aperti nella nostra provincia. Vi sono inoltre diversi lavoratori agricoli comaschi impiegati anche nel cantiere Expo». Per maggiori informazioni: Patrizia Baitieri: 335.7816402

Non accettate la nomina di Tibor Navracsics a Commissario Educazione, Cultura, Giovani e Cittadinanza La lettera della presidente dell’Arci, Francesca Chiavacci, ai parlamentari europei

La presidente nazionale dell’Arci, Francesca Chiavacci, ha inviato una lettera ai parlamentari europei perché sostengano la richiesta, avanzata con una lettera aperta da diverse reti associative europee, di non accettare la nomina di Tibor Navracsics a Commissario Educazione, Cultura, Giovani e Cittadinanza.
In sintonia con le motivazioni espresse nella lettera aperta, Chiavacci afferma di non  ritenere adatto a un simile incarico l’esponente del partito al potere in Ungheria che intimidisce le associazioni e colpisce la libertà di stampa.
Educazione, cultura, giovani e cittadinanza dovrebbero rappresentare infatti settori prioritari per l’Unione Europea nella prossima legislatura, oltre a essere tematiche che fanno di quella Commissione il riferimento necessario per tutte le associazioni democratiche europee.
Secondo la presidente dell’Arci, Il malessere sociale che attraversa il continente e che sta trovando una pericolosa sponda in formazioni reazionarie e razziste, richiede all’Europa, oltre a scelte diverse in materia economica e finanziaria, un deciso impegno per la cultura, per le giovani generazioni, per allargare la partecipazione democratica e promuovere la cittadinanza attiva. Queste esigenze non possono trovare adeguata risposta se verrà confermata la scelta di Navracsics in quel ruolo. Di qui la richiesta ai parlamentari di opporsi a tale nomina. [Leggi la lettera su www.arci.it]

BANDO “PREMIO MASSLO” 2014 per le scuole

Villa Literno, 25 agosto 1989 - Lampedusa, 4 ottobre 2013
MAI PIU’!
Dall’accoglienza, allo sviluppo, alla salvaguardia del territorio:
Il mediterraneo come ponte di accoglienza tra Africa ed Europa, nel quale la globalizzazione
è diritto al cibo, all’acqua, alla salute, senza sfruttamento e ricatti.

Allegati:
Scarica questo file (BandoJerryMasslo2014.pdf)BandoJerryMasslo2014.pdf[ ]168 kB
Scarica questo file (schedaPartJM2014.pdf)schedaPartJM2014.pdf[ ]132 kB

Attesa sentenza della Consulta sul risarcimento agli “Schiavi di Hitler”

Si è aperta stamattina a Palazzo della Consulta la discussione sulla legittimità costituzionale delle norme che impediscono d agire in giudizio contro la Germania per la deportazione e lo sfruttamento coatto di oltre 700 mila militari e civili italiani dopo l’8 settembre 1943.

La questione, sollevata dall’avvocato Joaquim Lau e ritenuta fondata da un giudice fiorentino, riguarda la legge n. 5/2013 del Parlamento italiano che recepisce nel nostro ordinamento la sentenza del tribunale de L’Aya del 3 febbraio 2012. Questa, riaffermando l’immunità della Germania, ha negato la giurisdizione del giudice italiano nelle cause civili per danni anche nel caso di crimini contro l’umanità.

I giudici della Consulta sono chiamati a decidere la legittimità di una legge che antepone il principio dell’immunità giurisdizionale degli Stati agli articoli 2 e 24 della Costituzione italiana (diritti inviolabili dell’uomo e diritto ad agire in giudizio),

Leggi tutto: Attesa sentenza della Consulta sul risarcimento agli “Schiavi di Hitler”

Fondo prepensionamenti attività usuranti: scoperto un miliardo e mezzo di euro non utilizzati.

Nel presentare una proposta di legge volta ad includere la categoria dei lavoratori edili ed affini ai
lavori usuranti, il primo firmatario Davide Tripiedi, deputato del Movimento 5 Stelle, è venuto a
capo di una realtà che ha dell’incredibile: i fondi destinati ai lavoratori della categoria dei lavori
usuranti, sono ampiamente sottoutilizzati da quasi 4 anni.
Quasi un miliardo e mezzo di euro: a tanto ammonta il fondo che doveva essere impiegato per i
prepensionamenti dei lavoratori che svolgono mansioni riconosciute come usuranti, somma
accumulata dal 30 dicembre 2010 ma utilizzata solo in piccolissima parte.
La proposta di legge è stata formulata per agevolare il settore edilizio che si caratterizza per essere
la categoria con più lavoratori in assoluto rispetto a tutte le altre esistenti nel panorama nazionale,
per l’elevato tasso di mortalità, l’alto rischio infortunistico, l’elevata prevalenza di malattie
occupazionali e l’elevata frequenza di disturbi alla salute dei lavoratori.

Leggi tutto: Fondo prepensionamenti attività usuranti: scoperto un miliardo e mezzo di euro non utilizzati.

riforme costituzionali

Cari amici democratici,
indipendentemente da come la pensate sulle riforme Costituzionali vi prego di riflettere ulteriormente sui pochi punti che trovate sul volantino allegato. In queste ore si stanno operando riforme che cambieranno pesantemente l'equilibrio dei poteri ( legislativo, esecutivo, giudiziario ) previsti dalla Carta Costituzionale coerentemente con il disegno di totale occupazione dei partiti degli assetti e funzioni dello Stato.

Tali modifiche renderanno l'esecutivo nella persona del premier padrone assoluto del Parlamento con pesanti influenze sugli altri poteri della Repubblica. La Democrazia sostanziale in tutti paesi si fonda

Leggi tutto: riforme costituzionali

Riforme in discussione al Senato - Mail bombing

per tutte le amiche e gli amici che ne condividono i testi, invio due mail 

1) da spedire alle senatrici e ai senatori che sostengono la "riforma" in discussione al Senato e destinata a devastare la già pericolante democrazia italiana

2) da spedire alle senatrici e ai senatori che stanno contrastando il progetto



In allegato trovate gli indirizzi e-mail di deputati e senatori divisi per gruppo  :
 
1) Mail bombing a tutti i senatori dei gruppi che sostengono le riforme ( foglio di lavoro "favorevoli" nell'allegato). Il testo da usare è questo:
 
Alle Senatrici e ai Senatori della Repubblica Italiana

 

Gentile Senatrice/Senatore

 In questi giorni state votando per una legge che:

- abolisce  l’elezione dei senatori (scelti dalle Regioni fra consiglieri e sindaci, con un improponibile ruolo part time e per giunta blindati con l’immunità-impunità);

- riduce ruolo e funzioni del Senato, lasciando un'unica Camera legislativa che sarà probabilmente formata attraverso liste bloccate e con un enorme premio di maggioranza;

 

Allegati:
Scarica questo file (Mail Parlamentari.xlsx)Mail Parlamentari.xlsx[ ]44 kB
Leggi tutto: Riforme in discussione al Senato - Mail bombing

ARCI - CAMPI DI LAVORO E CONOSCENZA ALL'ESTERO/ APERTE LE ISCRIZIONI

Anche quest anno l’Arci organizza i campi di lavoro e conoscenza all’estero. Da anni i campi di lavoro sono una parte importante dell’impegno dell’Arci nel campo della promozione sociale, della costruzione di percorsi di pace, del sostegno ai movimenti di emancipazione sociale e civile in tante parti del mondo. Guarda la scheda informativa dei campi cliccando qui. La scadenza delle iscrizioni è fissata il 6 giugno. Per maggiori informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o consultare il sito www.arciculturaesviluppo.it.

25 aprile Verona @ VERSO L'ARENA DI PACE

# La guerra è il suicidio dell’umanità (Papa Francesco)
Solo la nonviolenza ci salverà (Mahatma Gandhi)
25 aprile 2014, all’Arena di Verona, una giornata di resistenza e liberazione.
Leggi l'appello e il programma della giornata
 
@ ANCHE COMO PARTECIPA
____________________________________________
Il Coordinamento Comasco per la Pace organizza un pullman per Verona. 
Costi: 5 euro per gli under 30, 15 euro per gli over 30.
Info e prenotazioni: 
Tel. 031-927644 
Cell. 338-1576281 oppure 335-388250
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.