guarda i video su

 


pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2018
.
 
 
 
 

Ancora in piedi”, in tutte le radio e digital stores dal 03 Luglio

I.P.E.R. (Indipendenti Per Emilia Romagna e Lombardia) – “Ancora in piedi”, in tutte le radio e digital stores dal 03 Luglio
La solidarietà per il terremoto in Emilia-Romagna e Lombardia arriva anche dalla musica indipendente, così Arci e AudioCoop hanno lanciato il progetto “Ancora in piedi”, per raccogliere fondi a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma, grazie all'aiuto degli artisti della scena indipendente. Coordinati da Tommaso "Piotta" Zanello, promotore dell’idea, hanno aderito più di 20 importanti artisti della scena indie: 99 Posse, Roberto Angelini, Pierpaolo Capovilla (Teatro degli orrori), Enrico Capuano, Cisco, Combass (Apres La Classe), Dellera (Afterhours), Dj Aladyn, Andrea Ferro & Marco “Maki” Coti Zelati (Lacuna Coil), Le Braghe Corte, Lemmings, Erica Mou, Federico Poggipollini, Eva Poles, Quintorigo, Sud Sound System, Velvet. Il brano “Ancora in piedi”, prodotto da Piotta e Ra-B, è una moderna ballata realizzata facendo della rete, di Skype e del digital delivery un potente mezzo creativo a costo zero, così da non incidere sul ricavo dei fondi raccolti dalla vendita e dall'utilizzo del brano.
Tutti i proventi saranno versati sul c/c di Banca Etica 145350 - Emergenza Terremoto in Nord Italia, ed utilizzati per sostenere direttamente le esperienze locali piu' in difficolta'. Il brano sarà distribuito dal 03 Luglio 2012 in tutti i digital stores da Made In etaly. Il 10 Luglio, grazie al supporto della rete dei circoli Arci Real e di Medianet, uscirà poi il videoclip del brano per la regia di Luna Gualano, già vincitrice del Roma Videoclip Festival e più volte finalista del premio P.I.V.I.

INSIEME LA SCUOLA NON CROLLA

Si cercano insegnanti che volontarimente diano una mano per i periodo di luglio e agosto presso i centri scolastici estivi delle zone terremotate.
I ragazzi avranno un' età compresa fra i 3 e i 14 anni.
Il progetto si chiama INSIEME LA SCUOLA NON CROLLA.
Per aderire non rispondete o chiedete informazioni a questo indirizzo  scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
o visitate il sito http://www.flcgil.it/attualita/insieme-la-scuola-non-crolla-parte-il-progetto-della-flc-cgil.flc

EMERGENZA TERREMOTO NEL NORD ITALIA

L'Arci nazionale, d'intesa con l'Arci dell'Emilia Romagna e della Lombardia, invita i circoli, le associazioni aderenti e tutti i cittadini ad attivarsi per la raccolta di fondi da destinare, in accordo con le diverse amministrazioni comunali, alle popolazioni colpite. E' stato aperto un conto corrente intestato ad Associazione Arci presso Banca Etica con la causale "Emergenza terremoto in nord Italia". I dati del conto corrente bancario sono: c/c 145350 - Iban IT 39 V 05018 03200 000000145350. www.arci.it

libro inchiesta su Peppino Impastato

Abbiamo voluto pubblicare la terza edizione di"Anatomia di un depistaggio" (Editori Riuniti University Press),l'inchiesta che abbiamo condotto sull'uccisione di Peppino Impastato,per attualizzare l'analisi sull'intreccio tra mafie,finanza,politica,ma anche perché sono emersi avvenimenti importanti che confermano le conclusioni della nostra indagine.

Leggi tutto: libro inchiesta su Peppino Impastato

PAGHIAMO IL NUCLEARE IN BOLLETTA DA 30 ANNI MA NON VOGLIAMO LE RINNOVABILI?

La conferenza  Unificata Stato Regioni che è l'ultimo momento istituzionale di confronto prima che venga promulgato il Quinto Conto Energia si terrà probabilmente a fine maggio.
Ieri in Senato sono state approvate mozioni bipartisan pro-rinnovabili. Questo è, sempre di più, il momento di farsi sentire e di far conoscere a tutti la verità sul sistema energetico italiano. La coscienza civica e le informazioni sconfiggono le lobby.

Leggi tutto: PAGHIAMO IL NUCLEARE IN BOLLETTA DA 30 ANNI MA NON VOGLIAMO LE RINNOVABILI?

Accademia Mediterranea per l'Agroecologia e la Vita (AMA la Vita)

La Costituzione italiana non è stata delegata ai trattati internazionali sul commercio, ne in materia di ambiente ne in quella di salute. Ed ogni stato può applicare livelli di sicurezza e precauzione superiori ai minimi europei.
Con tutti gli studi indipendenti disponibili sul pericolo OGM per la salute umana ed animale e l'accertata contaminazione ambientale da polline e TGO (trasferimento genico orizzontale) del DNA e micro Rna transgenico, attraverso la flora intestinale e i microrganismi del terreno. il parlamento UE ha da poco approvato una risoluzione che ribadisce agli stati membri il diritto di vietare gli OGM, per la semplice ed accertata contaminazione ambientale (che può divenire irreversibile) oltre che per il rispetto della volontà popolare di non mangiare ne importare OGM.

Leggi tutto: Accademia Mediterranea per l'Agroecologia e la Vita (AMA la Vita)

Seconda giornata nazionale di raccolta firme per l’Iniziativa Quorum Zero e Più Democrazia

prosegue la raccolta firme per l’Iniziativa Quorum Zero e Più Democrazia. Sabato 5 maggio 2012 si terrà la seconda giornata nazionale Quorum Zero e Più Democrazia. In decine di città italiane ci saranno banchetti per la raccolta firme e per informare sui contenuti della proposta di legge.

Si sono attivati cittadini in 345 città

http://quorum.forumattivo.it/f3-io-mi-impegnero-in-questa-citta

Sono già state raccolte migliaia di firme.

Per saperne di più sulla proposta:

I banchetti saranno in queste 19 città:

Rovereto (TN) – Via Mazzini angolo Via Scuole – 9 -19

Marino (RM) – Piazza Matteotti – mattinata

Termoli (CB) – piazza Monumento ore 18-20

Biella (BI) , via Italia (portici del Comune) dalle 15 alle 19.

Trento (TN) – Via Mazzini angolo Via SS Trinità 8-19

Giarre (CT) – Piazza Carmine (c.so Italia) dalle 15.00 alle 23.00

Reggio Emilia (RE) – Piazza Prampolini, dalle 10.30 alle 13.00, presso il banchetto del Movimento 5 Stelle.

Castelfranco Emilia (MO) – p.zza Aldo Moro – dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00

Prato allo Stelvio (BZ) , stazione ferroviaria dalle ore 10 alle 12

Modena (MO) , via Emilia Centro di fianco alla piazzetta delle Ova dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 15,30 alle ore 19.

Arezzo (AR) – Via Giotto – dalle 9.00 alle 13.00

Maranello (MO) – Piazza Libertà – dalla 9.00 alle 18.00

Bolzano (BZ) presso Filmclub Capitol dalle ore 10 alle 12

Cremona (CR) – in Porta Po incrocio Viale po – dalle 09:00 alle 12:30

Pozzo d’Adda (MI) – Frazione Bettola – P.zza 4 Novembre (9.30 13.00 14.30 18.00)

Ferrara (FE) Volto del Cavallo dalle 16 alle 18

Vicenza (VI) - Piazzale De Gasperi (di fronte a Pam e Panarotto Sport) – dalle 9 alle 19

Milano (MI) – Via Dante angolo via Giulini – 14.30 fino a 19.00

Pozzuoli (NA) – Via Napoli lumgomare Pertini – dalle 10 alle 12

 

LA PIAZZA DEL 12 MAGGIO UNISCE LA SINISTRA PLURALE. CRESCONO LE ADESIONI ALL'APPELLO

Mai come in questo momento la Costituzione della Repubblica rischia di essere travolta a partire dall’articolo 1: "L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro".
Il valore e la natura stessa della democrazia e dei diritti del lavoro sono infatti gravemente sviliti da controriforme e manovre economiche inique, esplicitamente dettate da poteri politici e finanziari esterni al sistema istituzionale del nostro Paese.
Il Governo Monti, pur formalmente legittimato dal sostegno della maggioranza trasversale di un Parlamento ampiamente logorato nella propria rappresentanza e credibilità, a partire dalle stesse modalità elettorali che lo hanno espresso, agisce al di fuori di un mandato popolare.
L'introduzione del vincolo del pareggio di bilancio subordina l'esigibilità dei diritti sociali e alla salute, all'istruzione, alla previdenza e all'assistenza alle "superiori" ragioni del mercato.

Leggi tutto: LA PIAZZA DEL 12 MAGGIO UNISCE LA SINISTRA PLURALE. CRESCONO LE ADESIONI ALL'APPELLO

PERCHE' BISOGNA FERMARE IL FOTOVOLTAICO IN ITALIA...perchè siamo un paese governato da mafiosi....

http://www.ecoblog.it/post/15011/fotovoltaico-la-bozza-del-v-conto-energia-progettata-dallenel

Ma perché Enel avrebbe interesse a stoppare le rinnovabili in Italia?
Forse per impedire che la quota prodotta dalle rinnovabili vada a intaccare la quota prodotta dalle fossili e su cui ci sono ancora grandi margini di interessi. 

http://www.greenpeace.it/mailing/facciamolucesuenel/01avviso.htm

Campagna per la riforma della Banca mondiale

Per info - Luca Manes 335 57 21 837

 

NO INTESA DAY: BLOCCA LA BANCA CHE AGGIRA IL REFERENDUM CONTRO IL NUCLEARE!


Roma, 16 marzo 2012 - Nel giorno del No Intesa Day, organizzato dalla Campagna Ferma la banca che distrugge il territorio, la CRBM denuncia come Banca Intesa risulti ancora tra i finanziatori del rischiosissimo progetto nucleare slovacco di Mochovce, targato ENEL, nonostante i suoi impegni precedenti a non prendervi parte. In questo modo Intesa, che si definisce la banca dei territori, vicina alle esigenze dei cittadini italiani, non rispetta lo spirito del referendum popolare che lo scorso giugno ha sancito nuovamente la netta opposizione del popolo italiano all'energia nucleare.

Banca Intesa è coinvolta nel finanziamento del progetto tramite una linea di credito a favore della società Slovenske Elektrarne, partecipata da ENEL per il 66 per cento, di un totale di 850 milioni di euro. La linea di credito è capeggiata dall'olandese ING e vi partecipano diverse banche europee. Nel 2008, sotto la pressione della società civile, ING ed i suoi partner si sono impegnati a vincolare questi fondi destinati alla società slovacca solo a investimenti in settori diversi da quello nucleare. Purtroppo recenti analisi indipendenti mostrano come la linea di credito, dopo alcune ristrutturazioni, offra la possibilità alla Slovenska Electrarne di continuare a finanziare il progetto nucleare, che è a tutt'oggi il principale investimento in corso della compagnia.

L'impianto di Mochovce risulta tra quelli a maggior rischio attualmente in costruzione in Europa, in quanto non presenta il guscio di contenimento del reattore. Recentemente il Comitato di applicazione della Convenzione di Aarhus sull'accesso alle informazioni ha riscontrato una violazione da parte delle autorità slovacche sul mancato coinvolgimento della popolazione locale nella consultazione sugli studi di valutazione di impatto del progetto, definendo così una violazione anche della legislazione europea in materia.

Negli ultimi giorni Bank of Austria, parte del gruppo Unicredit, ha annunciato di aver annullato una sua linea di credito a favore della Slovenske Elektrarne, accogliendo in questo modo le proteste degli ambientalisti. CRBM chiede a Banca Intesa di chiarire la sua posizione, uscendo dal finanziamento dell'opera in maniera inequivocabile.

“Come si temeva, i soldi offerti originariamente a Enel possono ancora essere utilizzati per il completamento dell'impianto di Mochovce. Sembra che la tragedia di Fukushima ed il referendum contro il nucleare non abbiamo insegnato molto nei piani alti di Banca Intesa” ha dichiarato Antonio Tricarico della CRBM.


La lettera di Elena

Como 11/03/12      
Al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali
Pari Opportunità
Gent.ma Dott.ssa Elsa Fornero

Al Sottosegretario delle Politiche Sociali
Gent.ma Dott.ssa Maria Cecilia Guerra

Al Presidente della Regione Lombardia
Egregio Dott. Roberto Formigoni

Al Consigliere della Regione Lombardia
Presidente della Commissione Sanità e Assistenza
Gent.ma Dott.ssa Margherita Peroni


Mi chiamo Elena Wenk, ho 43 anni e sono affetta da Atrofia Muscolare Spianale (SMA 2). Ho l’invalidità dell’100% e non sono in grado di svolgere autonomamente tutte le normali funzioni quotidiane come alzarmi dal letto, sedermi in carrozzina, andare in bagno, farmi la doccia, prepararmi da mangiare, uscire di casa, coricarmi, ecc, ecc..

Leggi tutto: La lettera di Elena

Si cercano donatori di voce

La richiesta arriva dalla Biblioteca Braille Benito Bettella di Padova, specializzatasi nel corso degli anni a riprodurre testi, rendendoli fruibili alle persone non vedenti, che ora cerca appunto volontari disponibili a donare la propria voce e il proprio tempo, per la realizzazione di audiolibri


Come ci segnala il Servizio Città per tutti del Comune di Venezia, la Biblioteca Braille Benito Bettella di Padova ha recentemente lanciato la campagna denominata Dona la tua voce, per arruolare volontari disponibili a donare la propria voce e il proprio tempo, per la realizzazione di audiolibri.

La struttura - che si trova all'interno dell'Istituto Configliachi di Padova - opera sin dall'inizio degli anni Ottanta nel settore della minorazione visiva ed è riconosciuta come "di interesse locale" da parte della Regione Veneto.
Concentrate inizalmente nella produzione e nella stampa dei testi scolastici degli studenti che frequentavano il centro di formazione professionale interno all'Istituto, nel corso degli anni le attività si sono specializzate nella riproduzione di testi e nell'adattamento di essi, per renderli fruibili alle persone non vedenti.
La biblioteca è dotata inoltre di attrezzature specifiche per la stampa e la rilegatura dei testi, prodotti sia in braille che "a grandi caratteri".

Per proporsi quindi come "donatore di voce", è necessario mettersi in contatto direttamente con la Biblioteca Braille Benito Bettella, telefonando (049 8712822) oppure inviando un messaggio di posta elettronica (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). (S.B.)