guarda i video su

 


pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2018
.
 
 
 
 

Recensione a "I semi e la terra" a cura di Davide Ciccarese, 160 pag. Altreconomia, euro 10

E' possibile che fuori dalle dichiarazioni sull'argomento, sempre roboanti, che si ascoltano sul tema, dei contadini, vecchi o nuovi, poco importa, prendano in mano essi stessi per le corna il tema della terra e dei semi e ne facciano battaglia di prima linea per l'autodeterminazione e per stabilire nuove condizioni di vita, di gestione, di rappresentanza del mondo rurale su scala nazionale e planetaria?

"I contadini sono l'unico futuro possibile", "Solo un contadino ci salverà" e parlano Ermanno Olmi e Carlo Petrini sulle pagine di Repubblica e del Corriere. Qualcuno, Davide Ciccarese, si è andato a prendere la briga di analizzare, cercare e riflettere con quanto di meglio si muove nel panorama contadino italiano, in questo libro che è un valido strumento per quanti altri volessero capire e cominciare un percorso verso la campagna, egli ha messo insieme le realtà più incisive, più attente nel campo della "nuova contadinità". Lo ha fatto con un percorso che lo ha visto interloquire, ad uno di questi momenti c'ero anch'io, con i protagonisti del possibile rinascimento in atto nella campagna italiana. E' andato, ha preso appunti, ha intervistato.

Leggi tutto: Recensione a "I semi e la terra" a cura di Davide Ciccarese, 160 pag. Altreconomia, euro 10

Prendi quello che vuoi,ma lasciami la mia pelle nera

Buon giorno,
per farVi una cosa gradita Vi informiamo della nuova pubblicazione
dello scrittore Cheikh Tidiane Gaye residente ad Arcore edita da Jaca
Book con prefazione del sindaco di Milano Giuliano Pisapia:
Titolo: Prendi quello che vuoi, ma lasciami la mia pelle nera.
Il libro è già disponibile in tutte le librerie Feltrinelli.
Vi chiediamo gentilmente la diffusione anche nelle Vostre mailing list.
Si prega di contattarci per eventuali presentazioni.
Grazie per la condivisione
Cordialmente
Buona lettura
http://www.cheikhtidianegaye.com/2013/01/prendi-quello-che-vuoi-ma-lasciami-la-mia-pelle-nera/

Costruiamo una coalizione per l'accoglienza degna. Mobilitiamoci in maniera permanente a partire dal prossimo 25 febbraio

Il prossimo 28 febbraio è prevista la fine della cosiddetta "Emergenza Nordafrica" e migliaia di rifugiati in tutta Italia rischiano di essere abbandonati una seconda volta.

Già nel corso di quest' anno e mezzo trascorso dall'inizio del Piano di Accoglienza, infatti, sono stati lasciati soli dalla colpevole inerzia del Governo e di chi ha gestito l'accoglienza. Strutture in condizioni indegne, senza acqua calda e riscaldamento, persone stipate in posti sovraffollati, disservizi e malaffari, come ci hanno raccontato i reportage dell' Espresso, di Repubblica e del New York Times, non sono però gli unici "scandali" di questa vicenda.

 

Leggi tutto: Costruiamo una coalizione per l'accoglienza degna. Mobilitiamoci in maniera permanente a partire...

Gli italiani temporaneamente all'estero devono poter votare!

Carissimi firmatari,
la petizione indirizzata al ministro Anna Maria
Cancellieri volta a “garantire il diritto di voto agli Studenti Erasmus e agli
Italiani temporaneamente all'estero” ha quasi raggiunto le 16900 firme e questo,
naturalmente, è potuto avvenire grazie a voi.
Adesso vi chiedo un altro
sforzo. Infatti, i giorni 21 e 22 Febbraio sarà possibile votare per le elezioni
Italiane dall’estero in maniera telematica, grazie alla piattaforma di voto
ELIGO, messa a disposizione a titolo gratuito dall’azienda Italiana ID
Technology per TUTTI GLI ITALIANI TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO (lavoratori,
volontari, studenti,...) che non possono tornare in Italia per votare.

Leggi tutto: Gli italiani temporaneamente all'estero devono poter votare!

Recensione al Manuale per salvare i semi dell'orto e la biodiversità.

Manuale per salvare i semi dell'orto e la biodiversità

Coedizione di Terra Nuova edizioni, Arianna editrice e Fattoria dell'autosufficienza

Michel e Jude Fanton a cura di Civiltà Contadina euro 11.50

 

 

Michel e Jude Fanton hanno scorrazzato in lungo e in largo per il Continente novissimo e sono andati a caccia di ortaggi, legumi, cereali, ne hanno scovato di strani e incredibili, per europei come noi, ma ne hanno anche trovato di molto familiari a noi.

Leggi tutto: Recensione al Manuale per salvare i semi dell'orto e la biodiversità.

Federico Dal Cortivo intervista il Prof Attilio Folliero, politologo residente a Caracas.

Prima di rispondere alle domande, mi permetto una premessa. Io vivo lontano dall’Italia da dieci anni; ovviamente, ho sempre seguito e continuo a seguire le vicende italiane attraverso i grandi media: i telegiornali “aggiustati”, i programmi come “Porta a Porta”, i grandi quotidiani… tutti interessati a mostrare sempre e solo una parte “della storia”. Recentemente, per esempio c’è stata a Teheran l’Assemblea dei Paesi non allineati, che praticamente in Italia è passata sottosilenzio, con poca informazione e quella poca passata era tutto meno che imparziale ed obiettiva… “I «non allineati» a Teheran fiera d’odio per l’Occidente”, per dirla con il titolo di un noto giornale nazionale italiano; non c’è nessun odio verso l’occidente da parte dei Paesi non allineati, ma questa è l’informazione che è costretto a leggere l’italiano medio.

Leggi tutto: Federico Dal Cortivo intervista il Prof Attilio Folliero, politologo residente a Caracas.

Sospendere il finanziamento elle scuole paritarie

Ciao!

Ho lanciato la petizione "A tutti gli Italiani a cui sta a cuore il benessere del nostro Paese: Sospendere il finanziamento elle scuole paritarie" e ho bisogno del tuo aiuto per diffonderla.

Puoi prenderti 30 secondi per firmare? Ecco il link:

http://www.change.org/it/petizioni/a-tutti-gli-italiani-a-cui-sta-a-cuore-il-benessere-del-nostro-paese-sospendere-il-finanziamento-elle-scuole-paritarie

Ecco perché è importante:

 

Perchè in un periodo di difficoltà cosi grave si deve fare riferimento al reale valore della Costituzione che garantisce il diritto allo studio e non obbliga lo Stato a sostenere nessun onere nei confronti di chi vuole gestire scuole private.

Puoi firmare la mia petizione cliccando qui.

Grazie!

Carmelo Di Vita

ELETTROSMOG – on. Braga (PD): “ Accolto odg dal Governo sulla tutela della salute in materia di inquinamento elettromagnetico"

(ROMA, 14 DICEMBRE 2012) Accolto ieri alla Camera un ordine del giorno a prima firma dell'on. Chiara Braga (PD)  che impegna il Governo a valutare gli effetti applicativi delle disposizioni legislative introdotte dal  Decreto Crescita e destinate ad allentare i vincoli legislativi sui limiti di esposizione ai campi elettromagnetici.

 

Leggi tutto: ELETTROSMOG – on. Braga (PD): “ Accolto odg dal Governo sulla tutela della salute in materia di...

... da KELLE

Nelle scuole della nostra comunità, l’anno scolastico è partito in notevole ritardo.  Con la stagione delle piogge che si è protratta fino a tutto ottobre ed il periodo di preparazione e di celebrazione delle feste di “tabaski” (il sacrificio di Abramo) che hanno impegnato le famiglie del villaggio: l’acquisto del montone, del “tai bas” per le donne e fanciulle, del “bou bou” per i maschietti, l’attenzione (e le disponibilità) per le  iscrizioni scolastiche ed il materiale didattico, sono passati in secondo piano. Inoltre, il vecchio Direttore della Scuola Primaria di Yene Kelle se ne è andato, meritatamente, in pensione, e per il nuovo Dirigente scolastico ci sono stati i dovuti tempi di inserimento.   Ora le attività hanno potuto riprendere a pieno ritmo. Si è svolto il tradizionale incontro tra il Corpo Docente della Scuola e la Equipe educativa del Centro per programmare le nostre attività di sostegno per il nuovo ciclo scolastico e come queste dovranno essere necessariamente potenziate soprattutto per far fronte ad una forte crescita degli allievi, che per la prima volta ha reso necessaria una programmazione di doppi turni di lezioni a fronte di prime classi composte da oltre 130 scolari.   Una situazione che si è determinata, in gran parte, proprio in virtù della efficacia delle nostre attività (preparazione prescolare de “les enfants de la plage”, gare di lettura, ecc.). Infatti il lavoro svolto nel corso dell’anno, con i nostri educatori, Pierre e Baba e con il supporto dei volontari, con i bambini/e intercettati sulla spiaggia, realizza un inserimento nella Scuola, ogni anno di 50/60 nuovi alunni mentre le attività di sostegno ai bambini/e scolarizzati hanno potenziato le loro capacità di apprendimento evidenziate dai risultati finali conseguiti. Questo ha fatto si che la Scuola Primaria di Yene Kelle è stata riconosciuta come eccellenza nel territorio di tutta la Comunità Rurale, elemento che ha indotto parecchie iscrizioni da altri villaggi.

Leggi tutto: ... da KELLE

La Camera riforma le FFAA in sole 8 ore. Giudicate voi!

Cari amici e conoscenti,
scusate l'intrusione nella vostra casella postale, ma non potevo più sopportare da solo questo ennesimo colpo di mano della lobby internazionale delle armi.
Domani mentre molti di noi daranno, nel secondo turno delle primarie, l'investitura alla potenziale carica di primo ministro, sopra di noi cittadini elettori stanno passando a velocità supersonica 90 miliardi di euro di inutili caccia bombardieri F35 con zelo mai visto  di quasi tutti i nostri rappresentanti al parlamento.
che fare perchè questa fiammata di cambiamento democratico non risulti una delle tante grottesche farse democratiche alle quale abbiamo dovuto assistere.
vi prego di leggere quanto segue se amate la verità, e andate a firmare su www.perlapace.it. la mail bombing per fermare i nostri deputati da questo suicidio politico. Perchè non i cittadini non possono decidere del loro destino economico e sociale con un referendum popolare, il popolo è ancora sovrano e lo sono ancora i nostri rappresentanti ?
Pericle affermava:"Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile;
e benchè in pochi siano in grado di dare vita ad una politica, beh tutti qui ad Atene siamo in grado di giudicarla. Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della democrazia. "       
( dal discorso di Pericle agli ateniesi sulla democrazia del 461 a.c. )
tanti auguri alla nostra democrazia
ciao
Giuseppe Costingo

Leggi tutto: La Camera riforma le FFAA in sole 8 ore. Giudicate voi!

“AIDS: Lo scandalo del vaccino italiano” di Vittorio Agnoletto e Carlo Gnetti, con prefazione di Robert Gallo

Il 28 novembre arriva nelle librerie il nuovo libro di Vittorio Agnoletto e Carlo Gnetti, con prefazione di Robert Gallo        “AIDS: Lo scandalo del vaccino italiano”

Prime presentazioni nazionali:
Milano, 30 novembre  h 18,00,  c/o La Feltrinelli Librerie – piazza Duomo Milano
Oltre gli autori,interverranno: Sylvie Coyaud, giornalista e Francesco Maisto, magistrato

 

Leggi tutto: “AIDS: Lo scandalo del vaccino italiano” di Vittorio Agnoletto e Carlo Gnetti, con prefazione di...

Piano nazionale antiviolenza

Allego un proposta-progetto per fermare la violenza femminicida, messa a punto da Geniodonna e da il Senato delle donne: tutte le iniziative di movimenti femminili e delle istituzioni possono riuscire a smuovere il governo a dare vita ad uno strumento permanente di alternativa culturale. Grazie per l’attenzione.
Maurizio Michelini (direttore di Geniodonna)

CONTRO LA DITTATURA DELLA FINANZA - E’ ETICO PAGARE IL DEBITO?

Ho riflettuto a lungo come cristiano e come missionario,nonchè come cittadino, sulla crisi economico-finanziaria che stiamo attraversando, e sono riandato alla riflessione che noi missionari avevamo fatto sul debito dei paesi impoveriti del Sud. Per noi i debiti del Sud del mondo erano ‘odiosi’ e ‘illegittimi’ perché contratti da regimi dittatoriali  per l’acquisto di armi o per progetti faraonici , non certo a favore della gente. E quindi non si dovevano pagare! “E’ immorale  per noi paesi impoveriti pagare il debito,” -così affermava Nyerere, il ‘padre della patria ‘ della Tanzania, in una conferenza che ho ascoltato nel 1989 a Nairobi  (Kenya). “ Quel debito- spiegava Nyerere- non lo pagava il governo della Tanzania, ma il popolo tanzaniano con mancanza di scuole e ospedali.” La nota economista inglese N.Hertz nel suo studio Pianeta in debito , affermava che buona parte del debito del Sud del mondo era illegittimo e odioso.

Leggi tutto: CONTRO LA DITTATURA DELLA FINANZA - E’ ETICO PAGARE IL DEBITO?

Se la crisi depenna il clima dall'agenda politica

Care/i, è impressionante il silenzio calato sull'ambiente devastato e sul cambio climatico incontrastato. Le solite micidiali alluvioni autunnali in Italia, Sandy, il rilancio di gas carbone e petrolio passano inosservate: il "cimento" sembra la data dell'election day o il premio elettorale. E se gli studenti vanno in piazza, botte da orbi perchè non si occupinodi un futuro rubato... Vi lascio qui sotto alcune considerazioni. Un caro saluto. mario

La crisi che depenna il clima

 

Anche se se ne parla poco sui media, è bene tenere i riflettori accesi sul global warming.

Nel mese di settembre 2012 si è registrato un nuovo inquietante record. La superficie dei ghiacci artici si è ridotta a soli 3,5 milioni di chilometri quadrati, la metà rispetto a 40 anni fa. Parallelamente la concentrazione di anidride carbonica in atmosfera continua a crescere e ha raggiunto i valori più alti degli ultimi 800.000 anni. Nel 2012 si toccheranno i 394 ppm, 44 in più rispetto alla soglia dei 350 da non superare per evitare conseguenze catastrofiche al Pianeta. Analisi della Nasa confermano come le aree definite "extremely hot", inesistenti nel trentennio precedente, siano progressivamente cresciute raggiungendo nel 2011 il 12% della superficie non oceanica del nostro emisfero. Ma per i grandi del mondo, già riuniti a Rio a Giugno, la crisi finanziaria assorbe qualsiasi prospettiva di cambiamento a medio-lungo termine e, anzi, si affronta immergendosi ancora di più nel gorgo che l’ha creata.

 

Leggi tutto: Se la crisi depenna il clima dall'agenda politica