guarda i video su

pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2018
.
 
 
 
 

Piano Nazionale contro la violenza femminicida e il maschilismo

Vi invio un progetto messo a punto da Geniodonna per un Piano Nazionale che introduca nelle scuole, da quelle dell'obbligo all'università, una nuova materia, gestita da insegnanti appositamente preparati, Sociologia delle relazioni sentimentali fra i generi che  educhi e insegni i valori di parità, uguaglianza, libertà come fondamenta dei rapporti affettivi fra i generi: sarà questo un oggettivo contrasto alla cultura maschilista dell'amore-possesso, della superiorità maschile e delle soggezione femminile da cui scaturisce la violenza fino al femminicidio.

Leggi tutto: Piano Nazionale contro la violenza femminicida e il maschilismo

TANGENTI SULLA VENDITA D’ ARMI : QUANTO VA AI PARTITI?

Padre Alex Zanotelli ha lanciato un APPELLO dal titolo : TANGENTI SULLA VENDITA D’ ARMI : QUANTO VA AI PARTITI?

L'appello ha due scopi:

  1. Una richiesta al parlamento affinchè istituisca  una commissione incaricata di investigare la connessione tra vendita d’armi e politica che elimini il Segreto di Stato su tali intrecci.
  2. Un appello a tutti i gruppi, associazioni, reti, impegnati per la pace, a mettersi insieme, a creare un Forum nazionale come è stato fatto per l’acqua.

Per sottoscrivere l'appello di p. Alex si può cliccare sul seguente link:

http://www.ildialogo.org/appelli/MaleOscuro_1369771177.htm

Leggi tutto: TANGENTI SULLA VENDITA D’ ARMI : QUANTO VA AI PARTITI?

Via il patto di stabilità per i piccoli comuni - On. Guerra: “Occorre pagare le imprese, riprendere ad investire e ridare fiato all’economia”

Il Governo, nella seduta di ieri alla Camera in sede di conversione in legge del d.l. 35/2013 sullo sblocco dei pagamenti della P.A., ha accolto un ordine del giorno a prima firma dell’on. comasco Mauro Guerra, Coordinatore nazionale ANCI dei piccoli Comuni, che impegna il Governo stesso "ad individuare con urgenza le modalità con le quali escludere totalmente dai vincoli del Patto di stabilità interna i comuni con popolazione tra 1000 e 5000 abitanti".

Leggi tutto: Via il patto di stabilità per i piccoli comuni - On. Guerra: “Occorre pagare le imprese,...

GIOCO D’AZZARDO – Chiara Braga (PD): “ Presentata una proposta di legge per regolamentare e disincentivare il gioco d’azzardo ”

( Roma, 02 maggio 2013 ) “I dati dimostrano che nel nostro Paese è in sensibile crescita il numero di persone affette da patologie legate al gioco d’azzardo. Ed è paradossale che nei periodi di maggiore crisi gli italiani si rivolgano sempre più al gioco d’azzardo alla ricerca della vincita che possa cambiare loro la vita correndo il rischio di cadere in un vortice patologico in grado di mandare sul lastrico intere famiglie, minandone la vita sociale e lavorativa”. Lo dichiara l’onorevole del PD, Chiara Braga intervenendo sulla questione del gioco d’azzardo, una pratica che in Italia conta già 800 mila giocatori patologici e 3 milioni a rischio di ludopatia, recentemente fatta oggetto di una proposta di legge sottoscritta dall’esponente comasca.  

“L’industria del gioco sembra non conoscere alcuna crisi” - afferma la deputata comasca che chiarisce come “le stime più recenti fornite dall’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, segnalano per il comparto dei giochi una raccolta di oltre 80 miliardi l’anno; il solo costo sanitario annuale per curare le persone dipendenti dal gioco patologico ammonta a 5-6milairdi di euro, mentre il gettito erariale generato ammonta a 8 miliardi di euro”.

 

Leggi tutto: GIOCO D’AZZARDO – Chiara Braga (PD): “ Presentata una proposta di legge per regolamentare e...

4 MAGGIO 2013 - BOLOGNA - Assemblea nazionale di Salviamo il Paesaggio

Care Amiche e Cari Amici,

come già sapete, sabato 4 maggio (dalle ore 9,30 fino alle ore 18) il nostro Forum nazionale terrà la sua terza assemblea; la città prescelta, questa volta, è Bologna: ci auguriamo possa consentire logisticamente l'arrivo da ogni parte d'Italia di singoli aderenti, dei referenti dei nostri 141 Comitati Salviamo il Paesaggio locali e dei rappresentanti delle 894 organizzazioni che danno vita alla nostra grande aggregazione.

Leggi tutto: 4 MAGGIO 2013 - BOLOGNA - Assemblea nazionale di Salviamo il Paesaggio

Una mozione ed un Progetto di Legge per sbloccare i pagamenti dovuti alle Imprese dalle Pubbliche Amministrazioni

On. Mauro Guerra: “Occorre intervenire subito per ridare fiato e liquidità agli operatori economici e possibilità di investimento per i Comuni.
No al patto di stabilità per le Amministrazioni fino a 5.000 abitanti”

Adottare tutte quelle misure urgenti che consentano di sbloccare, sottraendoli ai vincoli del patto di stabilità interno, i  pagamenti dei Comuni per un importo pari a circa 9 miliardi da impegnare per spese in investimenti e opere, prevedendo un piano di smaltimento di tutti i residui passivi in linea con quanto previsto per le altre Pubbliche Amministrazioni; rivedere le regole che disciplinano lo stesso Patto di stabilità interno prevedendo il “Pareggio di bilancio” per le spese correnti al fine di consentire la ripresa degli investimenti da parte dei Comuni stessi; escludere dall’ambito di azione del patto di stabilità i Comuni con meno di 5.000 abitanti.

Leggi tutto: Una mozione ed un Progetto di Legge per sbloccare i pagamenti dovuti alle Imprese dalle Pubbliche...

Francesco I è un nome da re e che re

Mi chiedo come mai, tutti, a destra, a sinistra, in alto e in basso, non abbiano fatto caso ad una verità lampante: Francesco I è un nome da re e che re. Vissuto nella Francia del 1500, è stato un re che ha lasciato monumenti insigni e avviato la centralizzazione spinta della nuova nazione. Ha perso una battaglia pavia contro Carlo V , "tutto è perduto fuorchè l'onore" , ha subito una lunga detenzione a Madrid. Riscattato ha accompagnato sul letto di morte una grande star del tempo , Leonardo da Vinci che presso di lui ha passato l'ultima parte della sua vita. Sarebbe da stolti prendere un cardinale, Jorge Bergoglio, per un ignorante , veramente da stolti, avere gli occhi foderati di prosciutto.
Bergoglio, uomo di chiesa, della chiesa più conservatrice, compromesso fino in fondo nelle porcaherie, atrocità disumane, della giunta militare negli anni Settanta nel suo paese, in un libro e, cercando in rete, soprattutto in lingua spagnola, si trovano migliaia di pagine, ha persino, di questo è stato accusato nei tribunali, di aver indicato gli obiettivi ai militari. Almeno nel caso di due gesuiti che operavano nelle favelas di Buenos Aires, Bergoglio li avrebbe praticamente denunciati, costoro sono stati arrestati e torurati, uno di loro è morto in seguito alle atrocità subite.

Leggi tutto: Francesco I è un nome da re e che re

La rivoluzione rurale per una innovazione sociale.

La città ha sempre avuto paura della gente di campagna, ne ha avuto paura temendone le intemperanze, le numerose rivolte che fin dall'epoca romana hanno squassato il "mondo civile".

Rivolte dei pezzenti, jacqueries, pugacevscine: tanti nomi per definire un fenomeno che ha posto la questione della diversità della ruralità, della radicale opoosizione che, spesso, ha contrapposto questi due mondi.

Un radicato pregiudizio che persiste a tutt'oggi, individua nella gente di campagna la retroguardia e la Vandea più nera, il vero ricettacolo di ogni conservatorismo e dei più beceri. Nel linguaggio delle principali lingue europee il contadino, appunto, abitante del contado, ovvero "fuori" dal centro, dal borgo, è dipinto come il diverso, il non affidabile, l'elemento o folcloristico, clown viene da "colonus", oppure il selvaggio, lo zotico, il bifolco, il cafone, il villano, il terrone e via elencando.

Le lingue sono state codificate dalla gente di città, il borghese ha eletto se stesso a modello di equilibrio e di saggezza, i suoi costumi sono stati eletti a soli costumi rispettabili. Chi sgarra è, naturalmente, "un cafone".

Leggi tutto: La rivoluzione rurale per una innovazione sociale.

Recensione a "I semi e la terra" a cura di Davide Ciccarese, 160 pag. Altreconomia, euro 10

E' possibile che fuori dalle dichiarazioni sull'argomento, sempre roboanti, che si ascoltano sul tema, dei contadini, vecchi o nuovi, poco importa, prendano in mano essi stessi per le corna il tema della terra e dei semi e ne facciano battaglia di prima linea per l'autodeterminazione e per stabilire nuove condizioni di vita, di gestione, di rappresentanza del mondo rurale su scala nazionale e planetaria?

"I contadini sono l'unico futuro possibile", "Solo un contadino ci salverà" e parlano Ermanno Olmi e Carlo Petrini sulle pagine di Repubblica e del Corriere. Qualcuno, Davide Ciccarese, si è andato a prendere la briga di analizzare, cercare e riflettere con quanto di meglio si muove nel panorama contadino italiano, in questo libro che è un valido strumento per quanti altri volessero capire e cominciare un percorso verso la campagna, egli ha messo insieme le realtà più incisive, più attente nel campo della "nuova contadinità". Lo ha fatto con un percorso che lo ha visto interloquire, ad uno di questi momenti c'ero anch'io, con i protagonisti del possibile rinascimento in atto nella campagna italiana. E' andato, ha preso appunti, ha intervistato.

Leggi tutto: Recensione a "I semi e la terra" a cura di Davide Ciccarese, 160 pag. Altreconomia, euro 10

Prendi quello che vuoi,ma lasciami la mia pelle nera

Buon giorno,
per farVi una cosa gradita Vi informiamo della nuova pubblicazione
dello scrittore Cheikh Tidiane Gaye residente ad Arcore edita da Jaca
Book con prefazione del sindaco di Milano Giuliano Pisapia:
Titolo: Prendi quello che vuoi, ma lasciami la mia pelle nera.
Il libro è già disponibile in tutte le librerie Feltrinelli.
Vi chiediamo gentilmente la diffusione anche nelle Vostre mailing list.
Si prega di contattarci per eventuali presentazioni.
Grazie per la condivisione
Cordialmente
Buona lettura
http://www.cheikhtidianegaye.com/2013/01/prendi-quello-che-vuoi-ma-lasciami-la-mia-pelle-nera/

Costruiamo una coalizione per l'accoglienza degna. Mobilitiamoci in maniera permanente a partire dal prossimo 25 febbraio

Il prossimo 28 febbraio è prevista la fine della cosiddetta "Emergenza Nordafrica" e migliaia di rifugiati in tutta Italia rischiano di essere abbandonati una seconda volta.

Già nel corso di quest' anno e mezzo trascorso dall'inizio del Piano di Accoglienza, infatti, sono stati lasciati soli dalla colpevole inerzia del Governo e di chi ha gestito l'accoglienza. Strutture in condizioni indegne, senza acqua calda e riscaldamento, persone stipate in posti sovraffollati, disservizi e malaffari, come ci hanno raccontato i reportage dell' Espresso, di Repubblica e del New York Times, non sono però gli unici "scandali" di questa vicenda.

 

Leggi tutto: Costruiamo una coalizione per l'accoglienza degna. Mobilitiamoci in maniera permanente a partire...

Gli italiani temporaneamente all'estero devono poter votare!

Carissimi firmatari,
la petizione indirizzata al ministro Anna Maria
Cancellieri volta a “garantire il diritto di voto agli Studenti Erasmus e agli
Italiani temporaneamente all'estero” ha quasi raggiunto le 16900 firme e questo,
naturalmente, è potuto avvenire grazie a voi.
Adesso vi chiedo un altro
sforzo. Infatti, i giorni 21 e 22 Febbraio sarà possibile votare per le elezioni
Italiane dall’estero in maniera telematica, grazie alla piattaforma di voto
ELIGO, messa a disposizione a titolo gratuito dall’azienda Italiana ID
Technology per TUTTI GLI ITALIANI TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO (lavoratori,
volontari, studenti,...) che non possono tornare in Italia per votare.

Leggi tutto: Gli italiani temporaneamente all'estero devono poter votare!

Recensione al Manuale per salvare i semi dell'orto e la biodiversità.

Manuale per salvare i semi dell'orto e la biodiversità

Coedizione di Terra Nuova edizioni, Arianna editrice e Fattoria dell'autosufficienza

Michel e Jude Fanton a cura di Civiltà Contadina euro 11.50

 

 

Michel e Jude Fanton hanno scorrazzato in lungo e in largo per il Continente novissimo e sono andati a caccia di ortaggi, legumi, cereali, ne hanno scovato di strani e incredibili, per europei come noi, ma ne hanno anche trovato di molto familiari a noi.

Leggi tutto: Recensione al Manuale per salvare i semi dell'orto e la biodiversità.

Federico Dal Cortivo intervista il Prof Attilio Folliero, politologo residente a Caracas.

Prima di rispondere alle domande, mi permetto una premessa. Io vivo lontano dall’Italia da dieci anni; ovviamente, ho sempre seguito e continuo a seguire le vicende italiane attraverso i grandi media: i telegiornali “aggiustati”, i programmi come “Porta a Porta”, i grandi quotidiani… tutti interessati a mostrare sempre e solo una parte “della storia”. Recentemente, per esempio c’è stata a Teheran l’Assemblea dei Paesi non allineati, che praticamente in Italia è passata sottosilenzio, con poca informazione e quella poca passata era tutto meno che imparziale ed obiettiva… “I «non allineati» a Teheran fiera d’odio per l’Occidente”, per dirla con il titolo di un noto giornale nazionale italiano; non c’è nessun odio verso l’occidente da parte dei Paesi non allineati, ma questa è l’informazione che è costretto a leggere l’italiano medio.

Leggi tutto: Federico Dal Cortivo intervista il Prof Attilio Folliero, politologo residente a Caracas.

Sospendere il finanziamento elle scuole paritarie

Ciao!

Ho lanciato la petizione "A tutti gli Italiani a cui sta a cuore il benessere del nostro Paese: Sospendere il finanziamento elle scuole paritarie" e ho bisogno del tuo aiuto per diffonderla.

Puoi prenderti 30 secondi per firmare? Ecco il link:

http://www.change.org/it/petizioni/a-tutti-gli-italiani-a-cui-sta-a-cuore-il-benessere-del-nostro-paese-sospendere-il-finanziamento-elle-scuole-paritarie

Ecco perché è importante:

 

Perchè in un periodo di difficoltà cosi grave si deve fare riferimento al reale valore della Costituzione che garantisce il diritto allo studio e non obbliga lo Stato a sostenere nessun onere nei confronti di chi vuole gestire scuole private.

Puoi firmare la mia petizione cliccando qui.

Grazie!

Carmelo Di Vita