guarda i video su

pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2018
.
 
 
 
 

Como, la giunta Landriscina esternalizza il 62% del servizio di refezione scolastica – Baggi (Prc) e (Potere al Popolo):«Un altro passo che va dritto verso la privatizzazione del servizio pubblico a spese di lavoratori e famiglie...

Dichiarazione di Fabrizio Baggi responsabile comunicazione Prc/SE Lombardia, coordinatore organizzativo Prc/SE Como e aderente a “Potere al Popolo” in merito all’esternalizzazione del servizio di refezione scolastica promossa dalla giunta Landriscina. «Oggi ho partecipato alla presentazione del progetto della giunta Landriscina di privatizzare ed esternalizzare, nonostante il parere contrario delle organizzazioni sindacali e della RSU del Comune, a partire dall’anno scolastico 2018/2019 del 62% del servizio di refezione scolastica per un totale di circa 2500 pasti al giorno» ha dichiarato Fabrizio Baggi – (Prc/SE) e (Potere al Popolo) dopo aver partecipato alla riunione della Commissione 3 del Comune di Como
«Trovo quantomeno singolare» ha continuato Baggi «che per i primi 20 minuti di Commissione l’Assessora Amelia Locatelli sia intervenuta con una modalità che anziché esporre il progetto dava l’impressione di assistere ad una lezione di educazione alimentare tergiversando sul tema reale che è quello della scelta di quest’amministrazione che metterà a rischio la qualità del servizio, che fino ad

Leggi tutto: Como, la giunta Landriscina esternalizza il 62% del servizio di refezione scolastica – Baggi (Prc)...

Sinistra Italiana Como - Elezioni del 4 marzo

Le elezioni del 4 marzo hanno confermato la tendenza alla forbice, in atto nella società italiana, tra chi auspica un cambiamento e chi vuole chiudersi dietro un muro securitario; l’aspetto paradossale è che le due forze che hanno incarnato queste tendenze, vincendo le elezioni, sono nate fuori dall’orizzonte costituzionale e come partiti antisistema. La sinistra di LeU non è stata in grado di intercettare il desiderio di cambiamento né di contrastare la deriva leghista, il vecchio centro destra e il PD sono risultati dei piani inclinati che hanno offerto voti al M5S e alla Lega. LeU ha subito quindi una sconfitta chiara e i suoi 18 deputati, pur importanti, dovranno avere un mandato da stabilire con un processo partecipato dal basso, se non vogliamo disperdere il patrimonio di attivismo costruito in due mesi di grande impegno per la raccolta delle firme e per la campagna elettorale. La differenza di voti ricevuti tra il nazionale e il regionale ci dice poi che una parte del nostro elettorato è stata attratta dal voto utile e che l’orizzonte strategico di costruire un quarto polo di sinistra in Italia si è scontrato con la paura dell’avanzata delle destre.

Leggi tutto: Sinistra Italiana Como - Elezioni del 4 marzo

Clochard - Fanetti, Guarisco e Legnani (PD): “questione politica: nel centrodestra più di qualche mal di pancia”

“Adesso è una questione politica”. Lo dicono dal Pd Stefano Fanetti, Gabriele Guarisco, consiglieri comunali, e Tommaso Legnani, segretario cittadino, alla fine dell’ennesima nottata di freddo in cui diversi clochard comaschi, alcuni storici, hanno dormito all’aperto. “Basterebbe aprire l’atrio caldo della stazione di San Giovanni per permettere loro, in totale libertà, di usufruirne senza per forza rivolgersi a strutture che, evidentemente, sentono come strette – commentano i tre esponenti Pd –. Ma questo è il lato umano della vicenda, quello che la Lega, assessore e sindaco in testa, non sa trattare. Poi, c’è il dato politico: il centrodestra è spaccato su alcune questioni, da ultima quella di come si interviene nei confronti dei soggetti deboli”.

Leggi tutto: Clochard - Fanetti, Guarisco e Legnani (PD): “questione politica: nel centrodestra più di qualche...

Emergenza maltempo-Lissi(PD): “nevicata annunciata, ma le vie principali e dei quartieri sono pericolose per ghiaccio e neve”

“Le strade principali di Como e dei suoi quartieri erano ancora pericolose per il ghiaccio e per la neve ancora a metà mattina e in molti luoghi nessun mezzo del Comune era passato a pulire o a buttare sale”, la denuncia viene da Patrizia Lissi, consigliera comunale del Pd, che stamattina, come molti comaschi e anche persone arrivate da fuori per lavoro in città, si è trovata di fronte all’ostacolo del maltempo.

“Si sapeva da giorni che ci sarebbe stata questa nevicata: l’amministrazione comunale non poteva organizzarsi per tempo e far pulire ai mezzi, fin dalle prime luci dell’alba, almeno le vie principali?”, si chiede Lissi.

Leggi tutto: Emergenza maltempo-Lissi(PD): “nevicata annunciata, ma le vie principali e dei quartieri sono...

È stato approvato da parte di Fondazione Comasca il progetto “ALFABETIZZAZIONE DIGITALE”

Il progetto mira a realizzare attività e laboratori di informatica per favorire l'integrazione di minori stranieri non accompagnati presenti presso il nostro Centro. Nello specifico si ritiene che attraverso l'informatica si possano offrire percorsi di apprendimento formali e informali per accrescere le competenze dei ragazzi non solo nel campo della alfabetizzazione didattica, ma anche per una maggiore integrazione sul territorio.
Le attività sulle quali sarà sviluppato il progetto vedranno interventi rivolti a:

 - alfabetizzazione informatica di base

 - alfabetizzazione informatica nella vita di tutti i giorni

 - alfabetizzazione informatica e didattica

E' possibile contribuire al progetto attraverso una donazione. (link al sito ufficiale della Fondazione Comasca: www.fondazione-comasca.it/come-donare/

Leggi tutto: È stato approvato da parte di Fondazione Comasca il progetto “ALFABETIZZAZIONE DIGITALE”

Refezione scolastica: la nota dei sindacati e Rsu inviata al comune stamattina

Come avrete sicuramente appreso dagli organi di informazione, nella serata di mercoledì 21 febbraio si è svolta una partecipata assemblea pubblica sul servizio di ristorazione scolastica.
Erano presenti dipendenti del settore, genitori e rappresentanti delle commissioni mensa, insegnanti di scuole dell’infanzia e primaria, esponenti politici, cittadini.
Le lavoratrici ed i genitori, a fronte di un confronto franco e costruttivo, hanno espresso un diffuso apprezzamento per la gestione diretta e pubblica delle mense comunali.
Al termine dell’incontro si è quindi assunta la determinazione di formulare , con forza all’amministrazione, la richiesta di discutere del futuro della ristorazione scolastica in un’assemblea tematica (esplicitamente prevista dallo Statuto Comunale).
Altrettanto sentita è la necessità di garantire l’attuale gestione, attraverso il rinnovo dei contratti a termine, per la prossima stagione scolastica.
Siamo quindi a formulare le seguenti richieste:

Leggi tutto: Refezione scolastica: la nota dei sindacati e Rsu inviata al comune stamattina

Stato di agitazione del personale della Ristorazione Scolastica

 Le categorie del pubblico impiego di CGIL, CISL e UIL  e la rappresentanza sindacale unitaria del comune di Como , a seguito degli esiti negativi dell’incontro del 12 febbraio con il comune di Como, comunicano l’apertura dello STATO DI AGITAZIONE del personale della Ristorazione Scolastica.Nel corso del confronto sul futuro delle mense comunali, l’assessore Amelia Locatelli, l’assessore Elena Negretti ed il segretario generale Andrea Fiorella, hanno comunicato l’intenzione di appaltare parzialmente il servizio (a partire da settembre 2018), limitando l’utilizzo delle lavoratrici a tempo determinato al giugno 2018.Occorre l’obbligo di ribadire che la ristorazione scolastica è un fiore all’occhiello dell’ente. I pasti forniti, ad un costo estremamente contenuto, sono di alta qualità e rispettano tutti i requisiti richiesti dai servizi sanitari di controllo. Nel corso degli anni le operatrici ed i responsabili hanno investito sull’innovazione, basti pensare alle minilinee o alle diete speciale.Tale patrimonio di competenze e saperi non può andare perduto. Siamo certi che l’esternalizzazione  parziale non potrà che portare, nel medio termine, alla dismissione totale del servizio, con un nocumento anche economico rispetto agli interventi sostenuti dall’amministrazione negli scorsi anni.Le motivazioni addotte dal comune a sostegno dell’affidamento a terzi della ristorazione e dell’interruzione dei tempi determinati non sono per nulla convincenti. Non c’e’ mai stata, da parte del comune, la volontà di affrontare seriamente la proposta sindacale di mantenere il servizio in gestione diretta.

Leggi tutto: Stato di agitazione del personale della Ristorazione Scolastica

Via Oltrecolle: Fanetti, Lissi, Guarisco “la giunta metta in sicurezza la strada e l’attraversamento di via Buozzi quanto prima”

La sicurezza stradale su via Oltrecolle, a Como, è al centro di una mozione firmata e depositata da Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco, consiglieri comunali del Pd, e sottoscritta anche dai consiglieri di opposizione Bruno Magatti e Vittorio Nessi. Nell’atto, viene ricordato che l’arteria “presenta un elevato fattore di rischio di incidentalità per i profili di velocità dei veicoli che vi transitano e, in particolare la traversa di via Buozzi su via Oltrecolle, a Lora, è un punto critico non solo per quanto riguarda la svolta veicolare a sinistra, ma anche in relazione alle condizioni di sicurezza dell’adiacente attraversamento pedonale. Ad aggravare la situazione di rischio vi sono le scarse condizioni di visibilità, poiché l’illuminazione esistente all’altezza delle strisce è oscurata dalla presenza degli alberi e, sempre in prossimità, un lampione abbattuto nel 2016 in seguito a un incidente non risulta ancora essere stato rimesso in funzione”.

Leggi tutto: Via Oltrecolle: Fanetti, Lissi, Guarisco “la giunta metta in sicurezza la strada e...

Giusto manifestare a Macerata: la segreteria nazionale ANPI ci ripensi

Apprendiamo con incredulità la decisione della Segreteria nazionale dell’ANPI di sospendere la partecipazione alla manifestazione nazionale antifascista prevista sabato 10 febbraio a Macerata.
Riteniamo grave ed incomprensibile questa scelta, che ufficialmente è stata presa per assecondare la richiesta del Sindaco di Macerata di sospendere le manifestazioni “per il clima di smarrimento, paura e dolore vissuto dalla comunità locale”.
Crediamo che l’autonomia della nostra Associazione vada sempre tutelata senza alcun timore e che oggi più che mai vada riaffermato pubblicamente e senza alcuna indecisione che l’Italia è antifascista e antirazzista.
Siamo convinti che sia importante mobilitarsi, non restare chiusi in casa, partecipare alle iniziative e alle manifestazioni democratiche, perché è fondamentale tenere alta l’attenzione e la vigilanza, affinché forze antidemocratiche non minaccino la nostra Repubblica e le nostre Istituzioni.

Leggi tutto: Giusto manifestare a Macerata: la segreteria nazionale ANPI ci ripensi

Como-mostra Minerali Clandestini il comune ritira patrocinio- le associazioni: "noi corretti!"

In merito al mancato patrocinio del Comune di Como alla mostra “Minerali Clandestini – il vero volto del tuo smartphone”, esposta in città dal 18 al 25 ottobre 2017 (presso il Centro pastorale Cardinal Ferrari e la chiesa di San Giacomo), dopo quanto dichiarato dalla vice-sindaco e assessore ai servizi sociali Alessandra Locatelli in sede di Consiglio Comunale in data 5 febbraio 2018, a tutela della correttezza e dell’onorabilità degli organizzatori della mostra (per i quali, alcuni titoli di stampa, hanno parlato di “sfruttamento” senza autorizzazione del logo del Comune) si ritiene opportuno precisare quanto segue. La richiesta di patrocinio era stata presentata dai promotori della mostra con largo anticipo (primavera 2017 per il successivo autunno).
In data 18 settembre 2017, alle ore 8.20, dal settore cultura del Comune di Como (l’indirizzo del mittente è quello istituzionale con dominio @comune.como.it) è stata inviata all’indirizzo di posta elettronica di una dei referenti della mostra (e in copia conoscenza a un altro indirizzo istituzionale @comune.como.it) la mail che riportiamo integralmente: «Buongiorno, come da accordi, trasmetto in allegato la delibera di patrocinio n.659 del 12/09/2017, approvata nella seduta di giunta del 12/09. La delibera è firmata digitalmente.. Sempre in allegato le trasmetto il logo del comune da inserire con la dicitura con il patrocinio di. Restiamo in attesa delle bozze grafiche per approvazione e del comunicato stampa + qualche immagine per la pubblicazione della notizia sul portale istituzionale del comune. Cordiali saluti».

Leggi tutto: Como-mostra Minerali Clandestini il comune ritira patrocinio- le associazioni: "noi corretti!"

ANPI Como:"Non vengano ammesse formazioni neofasciste alle elezioni politiche "

Casapound, organizzazione che senza alcun problema si autodefinisce fascista, parteciperà alle elezioni politiche nazionali 2018, con candidati presenti anche nei collegi comaschi.
Questo fatto è di una gravità assoluta, perché in nome di una distorta concezione della democrazia, si legittimano movimenti che inneggiano a ideologie razziste, omofobe e violente, che disprezzano i fondamenti della Costituzione italiana e che affondano le proprie radici nel momento più buio della storia del nostro Paese. L’ANPI è convinta che i fascisti o nuovi fascisti o fascisti del terzo millennio che dir si voglia, non possano rivendicare gli strumenti di democrazia e civiltà che essi stessi ripudiano e spregiano da sempre. Riteniamo inoltre inqualificabile la legittimazione che Casapound ha ricevuto anche a Como da parte del consigliere comunale Sig. Rapinese attraverso l’autenticazione delle firme per la presentazione della lista.

Leggi tutto: ANPI Como:"Non vengano ammesse formazioni neofasciste alle elezioni politiche "

Intrecci di popoli-Lissi(Pd): “la giunta risponda se vuole continuare a sostenere il festival”

Per Como è un appuntamento fisso di maggio: ‘Intrecci di popoli, festival delle culture, dei gemellaggi e della cooperazione internazionale’ dal 2013 animava la città per due settimane con gli incontri, le iniziative culturali e di intrattenimento, i momenti ludici e gastronomici, l’animazione per bambini. Lo proponeva ogni anno il Comune con il Centro servizi per il volontariato e la Diocesi.

“Si tratta di un momento speciale e importante, soprattutto per il momento storico in cui viviamo, nel quale si sente sempre più parlare di divisioni, di odio, di contrapposizioni piuttosto che di amore, di amicizia, di sostegno reciproco”, spiega Patrizia Lissi, consigliera comunale del Pd. Proprio per questo già a metà novembre era intervenuta in una seduta d’Aula con una preliminare in cui chiedeva alla “Giunta se fosse sua intenzione  continuare questa importante esperienza – racconta la consigliera –, ma non ho mai avuto risposta”.

Leggi tutto: Intrecci di popoli-Lissi(Pd): “la giunta risponda se vuole continuare a sostenere il festival”

Lettera Comitati Pendolari di Regione Lombardia al presidente Sergio Mattarella

Illustrissimo Presidente Sergio Mattarella,
Le scrive un gruppo di Comitati Pendolari di Regione Lombardia.
In seguito al terribile deragliamento del 25 gennaio scorso, che ha causato tre vittime, numerosi feriti e che ci ha scosso profondamente, ci permettiamo di chiederLe un Suo diretto e forte intervento nei luoghi della tragedia.
Troppo spesso in Italia il trasporto regionale su ferro e gomma non sembra interessare le Istituzioni in modo soddisfacente, né tanto meno i mezzi di comunicazione, che danno risalto alle nostre vite solamente in casi di grave incidente o di eccessivi disagi, alla costante ricerca di scoop ed esasperazioni.
Serve invece non dimenticare che la forza lavoro italiana, spesso quella più preparata e che sceglie di restare in questo Paese, nonostante le difficoltà, si muove utilizzando proprio quel trasporto regionale che collega i grandi punti di attrazione come Milano o Roma, con i centri più piccoli.
La ricerca di un lavoro, così come la scelta della migliore università per prepararsi a un futuro lavorativo, ricade spesso sulla necessità di spostarsi ogni giorno verso queste grandi città.
I viaggiatori lo fanno tra mille disagi, mille difficoltà per far quadrare la propria vita e quella familiare, sapendo che purtroppo il servizio offerto non sarà mai dei migliori.
Per questo motivo i Comitati Pendolari della Regione hanno più volte messo in risalto le necessità d’intervento serio e qualitativamente soddisfacente, sia rispetto alla Rete Ferroviaria sia rispetto allo stato del materiale rotabile.

Leggi tutto: Lettera Comitati Pendolari di Regione Lombardia al presidente Sergio Mattarella

Como, Rapinese autentica le firme di Casa Pound. Baggi e Rognoni: «Una vergogna. Da anni chiediamo la messa fuori legge di CPI e di tutte le organizzazioni neofasciste e neonaziste»

La dichiarazione di Fabrizio Baggi (Prc/SE Lombardia) e Stefano Rognoni (Prc/SE Como) in merito alla presenza del consigliere Rapinese al banchetto di Casa Pound.
«Che il consigliere di minoranza Alessandro Rapinese non sia nuovo a dichiarazioni in linea con razzismo e pensiero di estrema destra è purtroppo per le cittadine ed i cittadini comaschi un fatto che non comporta alcuna novità. Questa volta si è però passati dalle parole ai fatti. A pochi giorni di distanza dalla “Giornata della Memoria” Rapinese fa un affronto gravissimo alla Democrazia ed alla Costituzione Antifascista nata dalla Resistenza e decide di mettere a disposizione di Casa Pound, quella stessa formazione politica di estrema destra i cui militanti si sono spesso macchiati di reati quali pestaggi, aggressioni e via discorrendo e passa un sabato pomeriggio ad autenticare le firme raccolto dalla formazione politica neofascista.

Leggi tutto: Como, Rapinese autentica le firme di Casa Pound. Baggi e Rognoni: «Una vergogna. Da anni chiediamo...

Vigili di quartiere LISSI: “SERVIZIO PIÙ CHE UTILE, MA DEPOTENZIATO DA LANDRISCINA”

Dove sono finiti i vigili di quartiere? Lo ha chiesto, nell’ultima seduta di consiglio comunale, Patrizia Lissi, consigliera comunale del Pd, facendo notare che la richiesta viene direttamente dai cittadini “abituati, con la Giunta Lucini, a vedere le pattuglie girare per le strade, dando così un senso di sicurezza e funzionando da vero e proprio deterrente”, come spiega lei stessa. “Ho chiesto alla Giunta Landriscina se il progetto dei predecessori sulla presenza dei vigili di quartiere prosegue, soprattutto visto che per l’inutile e dannosa ordinanza antiaccattonaggio sono stati impiegati 20 vigili – prosegue Lissi –. Faccio presente che anche noi, nella precedente amministrazione, abbiamo fatto una grande fatica a portare a termine il progetto, ma alla fine ci siamo riusciti. È sicuramente diminuito il personale, ma non deve certo essere una scusa: il centrodestra, allora in minoranza, insisteva tantissimo su questo tema e ci criticava a

Leggi tutto: Vigili di quartiere LISSI: “SERVIZIO PIÙ CHE UTILE, MA DEPOTENZIATO DA LANDRISCINA”