guarda i video su

pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2018
.
 
 
 
 

MENDICANTI COMO, Chiara Braga e Guerra (PD): “Abbiamo scoperto che l’on. Molteni è sindaco di Como. Problemi complessi non hanno soluzioni semplici”

“Abbiamo scoperto che l’onorevole Molteni è sindaco di Como: sull’ordinanza contro i poveri dichiara ‘io vado avanti’, ‘nessun passo indietro’; e se invece il dottor Landriscina volesse correggere il tiro ed evitare guai peggiori alla città, additata ovunque come esempio di inutile spietatezza? Perché un conto è utilizzare le ordinanze che nelle intenzioni dei ministri Minniti e Orlando devono “prevenire situazioni che favoriscono l’insorgere di fenomeni criminosi o di illegalità” quali spaccio, sfruttamento della prostituzione e accattonaggio con minori e disabili; un altro è spingersi fino a vietare ai volontari e alla popolazione di dare da mangiare o da bere alle persone in povertà”. Lo dichiarano i deputati comaschi del Partito Democratico, Chiara Braga e Mauro Guerra in risposta ai commenti del collega leghista Nicola Molteni intervenuto a difesa dell’ordinanza anti accattonaggio approvata nei giorni scorsi dal sindaco di Como Mario Landriscina.

Leggi tutto: MENDICANTI COMO, Chiara Braga e Guerra (PD): “Abbiamo scoperto che l’on. Molteni è sindaco di...

Filcams Cgil Como - Sciopero in Provincia di Como Per Carrefour- Esselunga-Coin - Metro-Iper-Bennet Famila-Ovs

Ormai da 4 anni le aziende della grande distribuzione e della distribuzione organizzata, associate a Federdistribuzione, impongono unilateralmente l’applicazione di quello che a tutti gli effetti risulta essere un regolamento associativo, residuo del precedente contratto collettivo nazionale di lavoro terziario, distribuzione e servizi scaduto nel 2013.
Federdistribuzione, infatti, in spregio a un diritto costituzionalmente garantito, non solo oppone un’irragionevole chiusura rispetto alla definizione di un contratto collettivo nazionale di lavoro di settore, ma continua, ingiustificatamente, a rifiutarsi di applicare il rinnovo del ccnl terziario distribuzione servizi del 2015, unico che al momento è tenuta ad applicare.
La Filcams Cgil ritiene grave la condotta mantenuta dall’associazione datoriale ed inaccettabile il danno che tale comportamento determina per le lavoratrici e i lavoratori sia sotto il profilo retributivo che contributivo, anche in considerazione degli incrementi salariali erogati unilateralmente, nettamente inferiori da quelli previsti dal contratto rinnovato.

Leggi tutto: Filcams Cgil Como - Sciopero in Provincia di Como Per Carrefour- Esselunga-Coin -...

Bivacco solidale - Anche Il Partito Democratico Comasco aderisce all’iniziativa di Como Senza Frontiere

Aderiscono anche il Partito Democratico della provincia di Como e il Gruppo consiliare del Pd al ‘Bivacco solidale contro chi affama i poveri’, sabato 23 dicembre, alle 10, davanti all’ex chiesa di San Francesco, in largo Lorenzo Spallino 1, a Como, organizzato da Como Senza Frontiere.  “Dopo l’inqualificabile decisione della Giunta Landriscina di impedire la distribuzione di cibo ai poveri, l’adesione all’evento di Como Senza Frontiere è venuta spontanea – commenta Angelo Orsenigo, segretario provinciale del Pd –. Non vogliamo che il nome della nostra città sia universalmente associato ad azioni tanto spregevoli, soprattutto in un periodo come il Natale che, se vale per tutto l’anno, rappresenta ancora di più, per il suo significato, il momento della solidarietà, della vicinanza, della compassione. Invece, a Como proprio il centrodestra, che si fregia di essere il portatore di questi valori cristiani, sbatte la porta in faccia a chi ha bisogno e caccia via malamente dalle strade le persone più deboli e in difficoltà. Una vergogna”.

Leggi tutto: Bivacco solidale - Anche Il Partito Democratico Comasco aderisce all’iniziativa di Como Senza...

ANPI - Como sia città della solidarietà e non dell'egoismo e dell'indifferenza

Esprimiamo totale contrarietà nei confronti delle ultime scelte dell’Amministrazione comunale di Como che in materia di lotta alla povertà, non ha trovato altro modo che utilizzare metodi repressivi ottocenteschi, mascherandosi dietro al pretestuoso decoro urbano ed utilizzando perfino agenti della polizia locale. Crediamo poi che sia totalmente inumano impedire la possibilità di ricevere pasti caldi distribuiti dalle meritorie associazioni di volontariato, che di fatto sopperiscono alle carenze delle Istituzioni in tema di assistenza. Ricordiamo agli amministratori della città di Como che la Costituzione italiana impone di assicurare a tutte e a tutti le condizioni necessarie per vivere dignitosamente, perché nessuno deve essere lasciato solo, soprattutto in questo momento storico in cui in Italia è spaventoso l’aumento della povertà materiale e permangono o addirittura crescono le disuguaglianze sociali. Quando non si rimuovono le condizioni che impediscono lo sviluppo e la partecipazione di ogni cittadino e cittadina all’attività del paese, si stanno violando i principi fondamentali della Costituzione italiana che recita:

Art. 2 - La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Leggi tutto: ANPI - Como sia città della solidarietà e non dell'egoismo e dell'indifferenza

CGIL: L'ordinanza del sindaco offende la città. Il 23 diremo al sindaco che non sarà un'ordinanza a cancellare la COMO SOLIDALE

Como, purtroppo, è di nuovo alla ribalta della stampa nazionale perchè additata come città in cui si negano i diritti e le tutele per i soggetti più fragili. L'ordinanza emessa dal sindaco, che colpisce i poveri della città impedendo loro non solo di sostare nel centro storico ma addirittura di essere sfamati dai volontari e dalle volontarie che di loro si occupano, è a nostro avviso un atto offensivo verso i cittadini comaschi. La giunta Landriscina anziché preoccuparsi di promuovere politiche per sconfiggere la povertà emette ordinanze che mirano a togliere dalla vista i poveri. Solo per le festività natalizie, però. Lo chiamano decoro urbano, a noi pare un atto indecoroso e inumano. Questa amministrazione non ha ancora lasciato trapelare nulla in merito a quali siano i progetti per il futuro della città, non ha ancora affrontato le

Leggi tutto: CGIL: L'ordinanza del sindaco offende la città. Il 23 diremo al sindaco che non sarà un'ordinanza...

ANTIFASCISMO: «Il PRC/SE della Lombardia in piazza il 20 dicembre 2017 a Como con le studentesse e gli studenti di U.D.S.».

«Il Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea della Lombardia aderisce alla mobilitazione antifascista lanciata dalle studentesse e dagli studenti di Unione degli studenti di Como. Da anni denunciamo una pericolosissima deriva neofascista ed un lassismo da parte di Governo ed istituzioni nel contrasto al fenomeno concedendo, nonostante le continue segnalazioni fatte dagli antifascisti, agibilità politica a gruppi ed organizzazioni che si rifanno direttamente al pensiero nazifascista. Crediamo inoltre che ci sia una stretta connessione tra rigurgiti di estrema destra e le politiche messe in atto dal governo guidato dal Partito Democratico sul tema delle migrazioni che è diventato un tema unificante di tutta la destra razzista, fascista e xenofoba. Per tutte queste ragioni condividiamo l’appello lanciato dalle compagne e dai compagni di U.D.S. ed aderiamo alla manifestazione “NO NAZI IN MY TOWN – CORTEO ANTIFASCISTA” che si terrà a Como mercoledì 20 dicembre – dalle ore 14:00 nel parco antistante alla stazione S. Giovanni di Como».

Leggi tutto: ANTIFASCISMO: «Il PRC/SE della Lombardia in piazza il 20 dicembre 2017 a Como con le studentesse e...

Folta presenza della CGIL alla manifestazione di domani: “Prendiamo atto che per il sindaco le priorità sono altre”

Alla manifestazione del 9 dicembre, oltre alla presenza del segretario generale della Cgil Susanna Camusso, sarà presente una folta delegazione della Cgil Lombardia e della Cgil nazionale.
Arriveranno pullman da Brescia, Pavia, Lecco, Varese e Sondrio. È annunciata la presenza di tutte le Camere del Lavoro delle province lombarde e di delegazioni provenienti dal Veneto e dal Piemonte.
Riteniamo che di fronte a qualche migliaio di persone, comaschi e non, per una manifestazione contro ogni forma di fascismo, la presenza del sindaco della Città sia doverosa. Scopriamo invece che non ritiene suo dovere esserci.
Alla Cgil di Como sarebbe stata gradita la solidarietà dell’amministrazione comunale anche a seguito degli episodi di i toleleranza che nei mesi scorsi ci hanno riguardato (le incursioni di forza nuova, i volantini accusatori e intimidatori).
Prendiamo atto che per il sindaco e questa giunta le priorità sono altre, come per esempio rimuovere le panchine dove sostano i migranti o chiudere il rubinetto dove si approvvigionano di acqua

Leggi tutto: Folta presenza della CGIL alla manifestazione di domani: “Prendiamo atto che per il sindaco le...

Sanità Comasca a due anni dalla riforma nulla è cambiato!

Sono passati quasi 2 anni dall’entrata in vigore della riforma sanitaria in Lombardia, prevista dalla legge 23/2015, una riforma di grandi ambizioni, il cui obbiettivo fondamentale è l’integrazione fra le attività sanitarie e sociosanitarie. Una riforma che stenta a decollare nel nostro territorio e che lascia inalterate le problematiche relative alle lunghe liste di attesa per prestazioni sanitarie, le lunghe ore di attesa nei pronti soccorso, la difficoltà dei pazienti cronici e più fragili di trovare un’adeguata risposta ai bisogni socio sanitari.
CIGL-CISL-UIL di Como esprimono grande preoccupazione per l’eccessivo ritardo con il quale viene attuata la riforma.
Un ruolo di primaria importanza nell’attuazione della stessa è in carico ad ATS Insubria e ATS Montagna, agenzie alle quali compete la programmazione dell’attività sanitaria e socio sanitaria. Recentemente le nostre organizzazioni hanno incontrato i dirigenti delle due Agenzie a cui hanno chiesto di sottoscrivere un protocollo di relazioni sindacali, con l’obbiettivo di stabilire un confronto continuo e strutturato. Ad oggi però CGIL-CISL-UIL assistono ad un silenzio da parte delle agenzie che impensierisce, anche in considerazione del fatto che a gennaio 2018, un numero rilevante di utenti cronici e fragili sarà interessato da un nuovo modello di presa in carico, del quale poco o nulla oggi conoscono gli utenti stessi. Un ruolo informativo e di orientamento potrebbe essere svolto

Leggi tutto: Sanità Comasca a due anni dalla riforma nulla è cambiato!

ANPI Como - lettera aperta sui fatti incresciosi avvenuti a Como

A.N.P.I. Comitato Provinciale di Como
COMUNICATO PRESIDENTE ANPI PROVINCIALE


ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI d’ITALIA

Como 29 novembre 2017
LETTERA APERTA
on. Marco Minniti, Ministro degli Interni
sig. Prefetto di Como, dr. Bruno Corda
sig. Questore di Como, dr. Giuseppe De Angelis
sig. Sindaco di Como dr. Mario Landriscina

Alle autorità,
in qualità di Presidente provinciale dell'ANPI di Como, intendo con la presente portarvi a conoscenza di un fatto accaduto nella serata di ieri nella nostra città. Durante un'assemblea della “Rete Como Senza Frontiere” (associazione di cui fanno parte rappresentanti di tutte le forze democratiche oltre ad alcune parrocchie e ai Padri Comboniani), si è verificata un'irruzione di una quindicina di giovani fascisti aderenti ad una associazione culturale denominata “Veneto fronte skinheads”. Gli aggressori hanno occupato la sala dove si teneva l'assemblea, imponendo ai presenti la lettura di un volantino farneticante, fascista e razzista, che si concludeva con lo slogan “basta invasione”.
Da tempo le forze democratiche comasche e non solo denunciano una pericolosissima deriva di stampo fascista a Como, in Lombardia, in Italia ed in Europa, purtroppo spessissimo sottovalutata dalle istituzioni.
Leggi tutto: ANPI Como - lettera aperta sui fatti incresciosi avvenuti a Como

Il Coordinamento Comasco per la Pace, come aderente di Como Senza Frontiere, rilancia l'adesione e l'invito a partecipare alla manifestazione "E questo è il Fiore" di sabato 9 dicembre

(FONTE: ecoinformazioni) Alla riunione di Como senza frontiere del 4 dicembre nell’Oratorio di Rebbio tutti gli aderenti hanno evidenziato come la scelta nonviolenta adottata durante l’incursione squadrista degli Skinheads del 28 novembre sia stata la migliore risposta. Nella riunione è stata valutata la partecipazione alla manifestazione del 9 dicembre “E questo è il fiore. Contro ogni fascismo e ogni intolleranza” indetta in conseguenza dell’attacco fascista alla precedente riunione plenaria di Csf.

La decisione di partecipare è stata unanime e si è deciso di accogliere l’invito venuto dal Pd alla rete di intervenire dal palco durante la manifestazione.  
La Rete valuta positivamente ogni iniziativa che contrasti il fascismo e il razzismo, sempre intimamente legati, e vuole cogliere l’occasione per renderne evidente il nesso con il tema delle migrazioni e dei diritti dei migranti che non affrontato o affrontato in modo sbagliato dalla politica del governo finisce per alimentare i fascismi violenti oggi crescenti nel paese. Alla manifestazione la Rete parteciperà con le proprie posizioni, con la scelta assoluta della nonviolenza, e per portare la voce dei desaparecidos, gli oltre 3000 morti ogni anno nel Mare nostrum.

Leggi tutto: Il Coordinamento Comasco per la Pace, come aderente di Como Senza Frontiere, rilancia l'adesione e...

Anche l’Arci il 9 dicembre a Como contro ogni fascismo e per la democrazia

Anche l’Arci il 9 dicembre a Como contro ogni fascismo e per la democrazia.
L’Arci aderisce e parteciperà alla manifestazione antifascista che si terrà il 9 dicembre a Como. Siamo infatti convinti che sia assolutamente necessario che le forze democratiche rispondano con fermezza ed unità ad ogni atto di provocazione di gruppi e forze che si richiamano apertamente al fascismo e al nazismo. A preoccuparci è anche il tema della qualità della nostra democrazia, perché risulta per noi evidente come la diffusione del fascismo sia correlato all’aumento della sofferenza sociale di parte della popolazione italiana, soprattutto quella che vive situazioni di marginalità.
Non vanno in nessun modo sottovalutati le provocazioni, gli atti di stampo squadristico e  xenofobo come quello recente contro ‘Como senza frontiere’. L’accoglienza, l’antirazzismo, l’apertura verso il ‘diverso’ sono valori che devono caratterizzare la democrazia e la civiltà di un paese.
Per questo l’attenzione verso simili atti - che dimostrano come il sonno della ragione possa partorire mostri – deve restare alta.

Leggi tutto: Anche l’Arci il 9 dicembre a Como contro ogni fascismo e per la democrazia

IL 9 DICEMBRE IN PIAZZA PER DIRE BASTA CON I FASCISMI!

L'Anpi sezione di Como "Perugino Perugini" partecipa ed invita a partecipare alla manifestazione nazionale di sabato 9 dicembre contro ogni fascismo e ogni intolleranza indetta dal Partito Democratico a Como al Monumento alla Resistenza europea sul Lungolago Mafalda di Savoia alle ore 11.

Crediamo sia importante esserci a questo appuntamento, che per la nostra Associazione diventa parte di un lungo percorso che ci vede da sempre impegnati nella società per la difesa e la valorizzazione della Memoria e dei valori costituzionali dell'antifascismo, della democrazia, delle libertà e dell'uguaglianza. C'è un'orda selvaggia a destra fatta di movimenti non solo neofascisti, ma apertamente neonazisti, che avanzano proponendo i peggiori richiami al razzismo, ai più beceri e pericolosi istinti, cavalcando le crisi sociali, inserendosi nelle curve degli stadi e insinuandosi tra gli studenti nelle scuole. Purtroppo apprendiamo che sabato 9 dicembre verrà concessa a Forza Nuova la piazza pubblica a Como. Per l'ennesima volta ci troviamo di fronte ad organi dello Stato che, in nome di una presunta e distorta libertà di espressione, concedono spazi pubblici a movimenti che non si riconoscono nella Costituzione repubblicana, che diffondono messaggi razzisti e inneggiano al culto del ventennio fascista.

E' ora di dire basta!

Leggi tutto: IL 9 DICEMBRE IN PIAZZA PER DIRE BASTA CON I FASCISMI!

Skinhead Como, mozione urgente del PD: La Regione esprima netta condanna e si impegni per la prevenzione

Il Consiglio regionale esprima “la più netta riprovazione e condanna” per l’irruzione da parte di un gruppo di skinhead, il 28 novembre scorso, presso la sede della rete Como Senza Frontiere. Lo chiede il Pd con una mozione urgente depositata questa mattina in Consiglio regionale, sottoscritta anche da Patto Civico e Articolo Uno. La mozione prende spunto dai fatti di Como ma anche dallo sfregio al murales dipinto a Milano, in via Buccari, per ricordare i 70 della Resistenza. Nella notte tra il 3 e il 4 dicembre ignoti hanno cancellato la scritta “Bella Ciao Milano” per sostituirla con “Duce a noi”. Entrambi i fatti dimostrano, si legge nella mozione, “la diffusione di ideologie intolleranti, xenofobe, di stampo neofascista o neonazista” che “contrastano con i principi democratici di non discriminazione e libera espressione che sono alla base della Costituzione della Repubblica e dello Statuto di Autonomia della Regione Lombardia.”

Leggi tutto: Skinhead Como, mozione urgente del PD: La Regione esprima netta condanna e si impegni per la...

La Cgil di Como aderisce alla Manifestazione del 9 Dicembre A Como

  La Cgil di Como accoglie favorevolmente la proposta lanciata dal ministro Martina di organizzare a Como, il prossimo 9 dicembre, una manifestazione nazionale per condannare le azioni intimidatorie e le incursioni squadriste di stampo nazi-fascista e xenofobo.
Consideriamo necessaria una risposta forte e univoca di tutte le rappresentanze sociali e democratiche del Paese, e riteniamo indispensabile la presenza delle istituzioni che agiscono nel territorio comasco.
Lanciamo un appello a tutte le associazioni, le forze politiche, gli enti locali, le istituzioni scolastiche, affinché si costruisca uno schieramento ampio che condanni senza tentennamenti le azioni farneticanti come quelle avvenute lo scorso 28 novembre ai danni della rete di volontari del comitato Como senza Frontiere.
Como ha dimostrato di saper essere una città solidale. L'associazionismo e il volontariato, dall’estate 2016, si sono attivati nell'organizzazione della solidarietà per fornire assistenza e tutela ai migranti che stanno nel nostro territorio. Adesso occorrono la presenza e il sostegno di tutti coloro si riconoscono nella Costituzione democratica e antifascista.
Occorre una grande manifestazione che lanci un messaggio chiaro: il nazifascismo e il razzismo sono incompatibili con la democrazia e la contemporaneità.
Questo è il tempo di costruire ponti e abbattere i muri.

Leggi tutto: La Cgil di Como aderisce alla Manifestazione del 9 Dicembre A Como

Coordinamento Comasco per la Pace vuole esprimere una ferma condanna alla provocazione avvenuta nella serata di martedì 28 novembre da parte del Fronte Veneto Skinheads presso l’Assemblea di Como Senza Frontiere

Il Coordinamento Comasco per la Pace vuole esprimere una ferma condanna alla provocazione avvenuta nella serata di martedì 28 novembre da parte del Fronte Veneto Skinheads presso l’Assembleadi Como Senza Frontiere. Al di là dei contenuti confusi e contraddittori del proclama presentato, riteniamo un fatto grave che una libera Assemblea di donne e uomini impegnati nel dare risposte sociali concrete a problematiche del territorio, venga interrotta da gruppi violenti che si ispirano più o meno apertamente al periodo più buio della nostra storia.
Questi fatti rendono ancor più evidente la necessità di una riflessione a tutti i livelli per far sì che i valori democratici non vengano messi in pericolo da coloro che vorrebbero vedere la costruzione di una società nuovamente antidemocratica. Il Coordinamento Comasco per la Pace esprime, quindi, il suo appoggio a tutte le persone che ieri sono state interrotte e a tutte quelle persone che quotidianamente difendono i valori della democrazia; questi fatti non devono accadere.

Leggi tutto: Coordinamento Comasco per la Pace vuole esprimere una ferma condanna alla provocazione avvenuta...