guarda i video su

pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2018
.
 
 
 
 

Como “Daspo urbano” contro i mendicanti - Baggi (Prc/SE Lombardia) e Rognoni (Prc/SE Como): «Siamo indignati. Ancora una volta il Sindaco di Como e la sua Giunta di destra non fanno altro che dichiarare una feroce guerra contro i poveri, il tutto davanti

«Siamo indignati – hanno dichiarato Fabrizio Baggi e Stefano Rognoni (Rifondazione Comunista e Potere al Popolo) – rispetto all'ennesima dichiarazione di guerra da parte della Giunta “Landriscina” nei confronti dei poveri. L'amministrazione comunale della nostra città, dal momento del suo insediamento, non ha fatto altro che penalizzare mediante ordinanze antisociali le persone colpite da povertà e fragilità, si pensi alla rimozione delle panchine in Piazza San Rocco, alla chiusura, in piena estate, dell'unico rubinetto che erogava acqua all'autosilo di Val Mulini quando li ci dormivano 70 persone, fino ad arrivare all'ordinanza “natalizia”contro i mendicanti ed al regolamento della polizia locale varato in questi giorni che penalizza chi “è colpevole” di essere povero.

Leggi tutto: Como “Daspo urbano” contro i mendicanti - Baggi (Prc/SE Lombardia) e Rognoni (Prc/SE Como): «Siamo...

Barriere architettoniche - Fanetti e Lissi (PD): “L’iter del piano era già stato avviato. Ma la giunta non deve utilizzare l’ufficio stampa del comune per le sue battaglie politiche”

“L’iter del Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche era già stato avviato, come abbiamo per altro recentemente ribadito. E anche molti interventi erano già stati realizzati. Quindi, poche chiacchiere. Ma quello che stupisce ancora di più è l’uso militante che la Giunta Landriscina fa dell’ufficio stampa del Comune, pagato dai cittadini, che non deve essere al servizio di una parte politica contro l’altra”, è diretto Stefano Fanetti, capogruppo del Pd in consiglio comunale, dopo aver letto i toni con cui l’amministrazione comunale è intervenuta in una nota a proposito del Peba.Le fasi previste dalla Giunta Lucini per il Piano erano quattro: la mappatura e la classificazione delle barriere architettoniche esistenti in relazione all’accessibilità dei percorsi urbani, lo studio e la predisposizione delle azioni volte all’eliminazione delle barriere architettoniche riscontrate nelle infrastrutture stradali, il confronto con le associazioni e i portatori di interessi, la prima programmazione per il triennio 2018-2020 degli interventi tesi all’eliminazione delle barriere architettoniche rilevate nelle infrastrutture stradali.“La redazione del Piano doveva partire a giugno 2017 e concludersi nel dicembre scorso, ma ciò non significa poi che non fosse stato fatto nulla in questi anni – aggiunge Patrizia Lissi, consigliera comunale del Pd –: sono stati spesi 550mila euro solo per abbattere le barriere lungo le strade pubbliche e per rendere accessibili scuole, case, uffici e centri civici. Gli interventi su strade e piazze sono stati 41, sugli edifici 13, tra ascensori e rampe”.

Leggi tutto: Barriere architettoniche - Fanetti e Lissi (PD): “L’iter del piano era già stato avviato. Ma la...

Como, esternalizzazione delle refezioni scolastiche. Tavecchio, Baggi e Rognoni (PRC): «condanniamo con forza questa decisione. Come Rifondazione raccoglieremo le firme»

Dichiarazione di Pierluigi Tavecchio, Fabrizio Baggi e Stefano Rognoni (Rifondazione Comunista) in merito all’esternalizzazione del 62% delle refezioni scolastiche decisa dall’Amministrazione Comunale di Como ed all’impegno del partito nella raccolta di firme lanciata da CGIL. CISL e UIL. «Condanniamo con forza questo ulteriore passo verso la privatizzazione dei servizi ai danni di lavoratori e famiglie» – hanno dichiarato Pierluigi Tavecchio, Fabrizio Baggi e Stefano Rognoni in merito alla decisione della Giunta Cittadina, presa nonostante il parere contrario della RSU,  di esternalizzare il servizio di refezione scolastica - «Troviamo surreale» - continuano Tavecchio, Baggi e Rognoni  «che leggi nazionali ingiuste come il blocco delle assunzioni nella pubblica amministrazione e la volontà politiche di stampo liberista vengano attuate sulla pelle di chi lavora ed ai danni del servizio erogato ricadendo sulla cittadinanza.

Leggi tutto: Como, esternalizzazione delle refezioni scolastiche. Tavecchio, Baggi e Rognoni (PRC):...

Autobus a Baraggia - Guarisco (PD): “la maggioranza di centrodestra decide di lasciare a piedi i cittadini”

I cittadini che vivono nella zona di Baraggia rimangono senza autobus: la maggioranza in consiglio comunale ha respinto un ordine del giorno, presentato dal Pd, in cui si chiedeva di prevedere l’estensione del servizio di trasporto pubblico anche alle aree non servite del quartiere di Albate. “Un’intera porzione urbanizzata del territorio del Comune di Como, corrispondente alle vie Frisia, Ninguarda, Somalvico e Baraggia, non è attualmente servita da alcuna forma di trasporto pubblico, da quando la Giunta Bruni ha eliminato la vecchia linea 10 – ha spiegato durante l’ultima seduta Gabriele Guarisco, consigliere comunale del Pd e primo firmatario dell’odg –. La popolazione residente, in particolare studenti e anziani, è penalizzata dalla distanza non solo dal centro cittadino, ma pure dalle strutture scolastiche e dai presidi dei servizi essenziali del quartiere di Albate. Rimangono fuori mano e difficilmente raggiungibili la rivendita di generi di prima necessità, la farmacia, gli studi dei medici di famiglia, l’ufficio postale, il centro civico, gli uffici decentrati del Comune, le strutture religiose, persino il cimitero”.

Leggi tutto: Autobus a Baraggia - Guarisco (PD): “la maggioranza di centrodestra decide di lasciare a piedi i...

Mense scolastiche - Lissi (PD) : “La giunta ha deciso senza informare nessuno e senza ascoltare i cittadini”

“Hanno deciso tutto senza coinvolgere i consiglieri: l’abbiamo saputo dalla stampa! E senza fare un’assemblea tematica, che potrebbe benissimo essere convocata anche ora, hanno fatto le loro scelte, passando sulla testa della gente, non valutando alternative. Ma noi insistiamo: l’unica, vera soluzione era il punto unico di cottura al vecchio Sant’Anna o in un’altra struttura scolastica. Invece, Landriscina e i suoi hanno preferito la strada più facile”, è arrabbiata Patrizia Lissi, consigliera comunale del Pd, il giorno dopo la Commissione Istruzione che ha trattato l’argomento delle mense scolastiche proprio su richiesta di convocazione fatta da lei, con le firme dei consiglieri Barbara Minghetti, della lista Svolta civica, e Fulvio Anzaldo, della lista Rapinese.Innanzitutto, la consigliera Pd ci tiene a precisare che “se non avessi chiesto la convocazione della Commissione, di questo argomento non si sarebbe assolutamente parlato”. Quindi, ricorda come è andata la seduta: “L’assessore alle Politiche educative Amelia Locatelli ha parlato di educazione alimentare e culturale e io ho ricordato il gran lavoro fatto con la Giunta Lucini coinvolgendo i genitori, i rappresentanti delle commissioni mense e le bravissime cuoche, le mense aperte per assaggio dei menù, i corsi di cucina, solo per portare alcuni esempi. E poi ho fatto una serie di domande – continua Lissi –: ho chiesto se

Leggi tutto: Mense scolastiche - Lissi (PD) : “La giunta ha deciso senza informare nessuno e senza ascoltare i...

PD: Cereghetti: “si facciano anche i lavori per la fognatura: le risorse sono già stanziate”

“In via Papini, a Sagnino, sono urgenti anche i lavori per la fognatura: le risorse ci sono, facciamo gli interventi insieme e poi si asfalti”, è questa, in sintesi, la richiesta che viene da Barbara Cereghetti, segretaria del Circolo Pd di Como Nord, dopo la protesta dei residenti che hanno voluto garanzie, da parte dell’amministrazione comunale, circa l’asfaltatura dopo i lavori per la posa della rete del gas.“Le opere fognarie sono urgenti in quanto obsolete – spiega Cereghetti –. Il sindaco Lucini, prima di concludere il suo mandato, aveva stanziato i soldi proprio per questo intervento. Quindi, l’attuale amministrazione non ha che da procedere con l’appalto e dare il via ai lavori. E se venisse avviato tutto subito, non solo gli scavi verrebbero fatti una volta sola, ma l’azienda del gas potrebbe

Leggi tutto: PD: Cereghetti: “si facciano anche i lavori per la fognatura: le risorse sono già stanziate”

Como, la giunta Landriscina esternalizza il 62% del servizio di refezione scolastica – Baggi (Prc) e (Potere al Popolo):«Un altro passo che va dritto verso la privatizzazione del servizio pubblico a spese di lavoratori e famiglie...

Dichiarazione di Fabrizio Baggi responsabile comunicazione Prc/SE Lombardia, coordinatore organizzativo Prc/SE Como e aderente a “Potere al Popolo” in merito all’esternalizzazione del servizio di refezione scolastica promossa dalla giunta Landriscina. «Oggi ho partecipato alla presentazione del progetto della giunta Landriscina di privatizzare ed esternalizzare, nonostante il parere contrario delle organizzazioni sindacali e della RSU del Comune, a partire dall’anno scolastico 2018/2019 del 62% del servizio di refezione scolastica per un totale di circa 2500 pasti al giorno» ha dichiarato Fabrizio Baggi – (Prc/SE) e (Potere al Popolo) dopo aver partecipato alla riunione della Commissione 3 del Comune di Como
«Trovo quantomeno singolare» ha continuato Baggi «che per i primi 20 minuti di Commissione l’Assessora Amelia Locatelli sia intervenuta con una modalità che anziché esporre il progetto dava l’impressione di assistere ad una lezione di educazione alimentare tergiversando sul tema reale che è quello della scelta di quest’amministrazione che metterà a rischio la qualità del servizio, che fino ad

Leggi tutto: Como, la giunta Landriscina esternalizza il 62% del servizio di refezione scolastica – Baggi (Prc)...

Sinistra Italiana Como - Elezioni del 4 marzo

Le elezioni del 4 marzo hanno confermato la tendenza alla forbice, in atto nella società italiana, tra chi auspica un cambiamento e chi vuole chiudersi dietro un muro securitario; l’aspetto paradossale è che le due forze che hanno incarnato queste tendenze, vincendo le elezioni, sono nate fuori dall’orizzonte costituzionale e come partiti antisistema. La sinistra di LeU non è stata in grado di intercettare il desiderio di cambiamento né di contrastare la deriva leghista, il vecchio centro destra e il PD sono risultati dei piani inclinati che hanno offerto voti al M5S e alla Lega. LeU ha subito quindi una sconfitta chiara e i suoi 18 deputati, pur importanti, dovranno avere un mandato da stabilire con un processo partecipato dal basso, se non vogliamo disperdere il patrimonio di attivismo costruito in due mesi di grande impegno per la raccolta delle firme e per la campagna elettorale. La differenza di voti ricevuti tra il nazionale e il regionale ci dice poi che una parte del nostro elettorato è stata attratta dal voto utile e che l’orizzonte strategico di costruire un quarto polo di sinistra in Italia si è scontrato con la paura dell’avanzata delle destre.

Leggi tutto: Sinistra Italiana Como - Elezioni del 4 marzo

Clochard - Fanetti, Guarisco e Legnani (PD): “questione politica: nel centrodestra più di qualche mal di pancia”

“Adesso è una questione politica”. Lo dicono dal Pd Stefano Fanetti, Gabriele Guarisco, consiglieri comunali, e Tommaso Legnani, segretario cittadino, alla fine dell’ennesima nottata di freddo in cui diversi clochard comaschi, alcuni storici, hanno dormito all’aperto. “Basterebbe aprire l’atrio caldo della stazione di San Giovanni per permettere loro, in totale libertà, di usufruirne senza per forza rivolgersi a strutture che, evidentemente, sentono come strette – commentano i tre esponenti Pd –. Ma questo è il lato umano della vicenda, quello che la Lega, assessore e sindaco in testa, non sa trattare. Poi, c’è il dato politico: il centrodestra è spaccato su alcune questioni, da ultima quella di come si interviene nei confronti dei soggetti deboli”.

Leggi tutto: Clochard - Fanetti, Guarisco e Legnani (PD): “questione politica: nel centrodestra più di qualche...

Emergenza maltempo-Lissi(PD): “nevicata annunciata, ma le vie principali e dei quartieri sono pericolose per ghiaccio e neve”

“Le strade principali di Como e dei suoi quartieri erano ancora pericolose per il ghiaccio e per la neve ancora a metà mattina e in molti luoghi nessun mezzo del Comune era passato a pulire o a buttare sale”, la denuncia viene da Patrizia Lissi, consigliera comunale del Pd, che stamattina, come molti comaschi e anche persone arrivate da fuori per lavoro in città, si è trovata di fronte all’ostacolo del maltempo.

“Si sapeva da giorni che ci sarebbe stata questa nevicata: l’amministrazione comunale non poteva organizzarsi per tempo e far pulire ai mezzi, fin dalle prime luci dell’alba, almeno le vie principali?”, si chiede Lissi.

Leggi tutto: Emergenza maltempo-Lissi(PD): “nevicata annunciata, ma le vie principali e dei quartieri sono...

È stato approvato da parte di Fondazione Comasca il progetto “ALFABETIZZAZIONE DIGITALE”

Il progetto mira a realizzare attività e laboratori di informatica per favorire l'integrazione di minori stranieri non accompagnati presenti presso il nostro Centro. Nello specifico si ritiene che attraverso l'informatica si possano offrire percorsi di apprendimento formali e informali per accrescere le competenze dei ragazzi non solo nel campo della alfabetizzazione didattica, ma anche per una maggiore integrazione sul territorio.
Le attività sulle quali sarà sviluppato il progetto vedranno interventi rivolti a:

 - alfabetizzazione informatica di base

 - alfabetizzazione informatica nella vita di tutti i giorni

 - alfabetizzazione informatica e didattica

E' possibile contribuire al progetto attraverso una donazione. (link al sito ufficiale della Fondazione Comasca: www.fondazione-comasca.it/come-donare/

Leggi tutto: È stato approvato da parte di Fondazione Comasca il progetto “ALFABETIZZAZIONE DIGITALE”

Refezione scolastica: la nota dei sindacati e Rsu inviata al comune stamattina

Come avrete sicuramente appreso dagli organi di informazione, nella serata di mercoledì 21 febbraio si è svolta una partecipata assemblea pubblica sul servizio di ristorazione scolastica.
Erano presenti dipendenti del settore, genitori e rappresentanti delle commissioni mensa, insegnanti di scuole dell’infanzia e primaria, esponenti politici, cittadini.
Le lavoratrici ed i genitori, a fronte di un confronto franco e costruttivo, hanno espresso un diffuso apprezzamento per la gestione diretta e pubblica delle mense comunali.
Al termine dell’incontro si è quindi assunta la determinazione di formulare , con forza all’amministrazione, la richiesta di discutere del futuro della ristorazione scolastica in un’assemblea tematica (esplicitamente prevista dallo Statuto Comunale).
Altrettanto sentita è la necessità di garantire l’attuale gestione, attraverso il rinnovo dei contratti a termine, per la prossima stagione scolastica.
Siamo quindi a formulare le seguenti richieste:

Leggi tutto: Refezione scolastica: la nota dei sindacati e Rsu inviata al comune stamattina

Stato di agitazione del personale della Ristorazione Scolastica

 Le categorie del pubblico impiego di CGIL, CISL e UIL  e la rappresentanza sindacale unitaria del comune di Como , a seguito degli esiti negativi dell’incontro del 12 febbraio con il comune di Como, comunicano l’apertura dello STATO DI AGITAZIONE del personale della Ristorazione Scolastica.Nel corso del confronto sul futuro delle mense comunali, l’assessore Amelia Locatelli, l’assessore Elena Negretti ed il segretario generale Andrea Fiorella, hanno comunicato l’intenzione di appaltare parzialmente il servizio (a partire da settembre 2018), limitando l’utilizzo delle lavoratrici a tempo determinato al giugno 2018.Occorre l’obbligo di ribadire che la ristorazione scolastica è un fiore all’occhiello dell’ente. I pasti forniti, ad un costo estremamente contenuto, sono di alta qualità e rispettano tutti i requisiti richiesti dai servizi sanitari di controllo. Nel corso degli anni le operatrici ed i responsabili hanno investito sull’innovazione, basti pensare alle minilinee o alle diete speciale.Tale patrimonio di competenze e saperi non può andare perduto. Siamo certi che l’esternalizzazione  parziale non potrà che portare, nel medio termine, alla dismissione totale del servizio, con un nocumento anche economico rispetto agli interventi sostenuti dall’amministrazione negli scorsi anni.Le motivazioni addotte dal comune a sostegno dell’affidamento a terzi della ristorazione e dell’interruzione dei tempi determinati non sono per nulla convincenti. Non c’e’ mai stata, da parte del comune, la volontà di affrontare seriamente la proposta sindacale di mantenere il servizio in gestione diretta.

Leggi tutto: Stato di agitazione del personale della Ristorazione Scolastica

Via Oltrecolle: Fanetti, Lissi, Guarisco “la giunta metta in sicurezza la strada e l’attraversamento di via Buozzi quanto prima”

La sicurezza stradale su via Oltrecolle, a Como, è al centro di una mozione firmata e depositata da Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco, consiglieri comunali del Pd, e sottoscritta anche dai consiglieri di opposizione Bruno Magatti e Vittorio Nessi. Nell’atto, viene ricordato che l’arteria “presenta un elevato fattore di rischio di incidentalità per i profili di velocità dei veicoli che vi transitano e, in particolare la traversa di via Buozzi su via Oltrecolle, a Lora, è un punto critico non solo per quanto riguarda la svolta veicolare a sinistra, ma anche in relazione alle condizioni di sicurezza dell’adiacente attraversamento pedonale. Ad aggravare la situazione di rischio vi sono le scarse condizioni di visibilità, poiché l’illuminazione esistente all’altezza delle strisce è oscurata dalla presenza degli alberi e, sempre in prossimità, un lampione abbattuto nel 2016 in seguito a un incidente non risulta ancora essere stato rimesso in funzione”.

Leggi tutto: Via Oltrecolle: Fanetti, Lissi, Guarisco “la giunta metta in sicurezza la strada e...

Giusto manifestare a Macerata: la segreteria nazionale ANPI ci ripensi

Apprendiamo con incredulità la decisione della Segreteria nazionale dell’ANPI di sospendere la partecipazione alla manifestazione nazionale antifascista prevista sabato 10 febbraio a Macerata.
Riteniamo grave ed incomprensibile questa scelta, che ufficialmente è stata presa per assecondare la richiesta del Sindaco di Macerata di sospendere le manifestazioni “per il clima di smarrimento, paura e dolore vissuto dalla comunità locale”.
Crediamo che l’autonomia della nostra Associazione vada sempre tutelata senza alcun timore e che oggi più che mai vada riaffermato pubblicamente e senza alcuna indecisione che l’Italia è antifascista e antirazzista.
Siamo convinti che sia importante mobilitarsi, non restare chiusi in casa, partecipare alle iniziative e alle manifestazioni democratiche, perché è fondamentale tenere alta l’attenzione e la vigilanza, affinché forze antidemocratiche non minaccino la nostra Repubblica e le nostre Istituzioni.

Leggi tutto: Giusto manifestare a Macerata: la segreteria nazionale ANPI ci ripensi