guarda i video su

 


pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2017
.
 
 
 
 

Servizi e spazi Coop. "Ecofficine"

vi scriviamo per presentarvi le potenzialità e le aree d’intervento della Cooperativa Sociale “Ecofficine”, la Cooperativa che ha anche organizzato operativamente la nostra ultima Fiera.

Lo scorso gennaio, dopo aver dovuto chiudere lo Staff dell’Associazione “L’isola che c’è”, abbiamo dato vita a questa nuova Cooperativa con l’obiettivo di continuare a diffondere e supportare nel comasco forme di economia collaborativa e sostenibile attraverso l’erogazione di Servizi in diversi settori.

“Ecofficine”, grazie a uno Staff formato da un gruppo di professionisti consolidato, offre prestazioni per il ben-essere dell’ambiente e della società alla nostra Rete, ma anche a soggetti esterni, come Scuole, Pubbliche Amministrazioni, Realtà del terzo settore e Piccole o Medie Imprese.

I principali ambiti in cui opera sono:
•    Educazione alla sostenibilità
•    Comunicazione
•    Eventi
•    Imprese sostenibili
•    Facilitazione
•    Progettazione

Inoltre, la Cooperativa “Ecofficine” gestisce, a pochi passi dal centro di Como, il Coworking “Ecofficine Lab”, un Polo di Economia Collaborativa e Sostenibile pensato per la crescita e il confronto del territorio, con spazi polifunzionali dove lavorare e incontrarsi, ma anche fare rete, condividere risorse, passioni e ideali.

Il Coworking “Ecofficine Lab”, in particolare, dispone di:
•    numerose postazioni per lavoro di Ufficio
•    una Sala di 38 mq per Riunioni, Consulenze o trattamenti Benessere
•    una Sala di 52 mq per Incontri, Workshop e Laboratori
•    una Sala di 58 mq per Attività motorie o Corsi pratici di gruppo

In allegato vi trasmettiamo una Presentazione della Cooperativa Sociale “Ecofficine” e del polo di Coworking “Ecofficine Lab”.

Allegati:
Scarica questo file (ECOFFICINE_Presentazione2016.pdf)ECOFFICINE_Presentazione2016.pdf[ ]2027 kB
Leggi tutto: Servizi e spazi Coop. "Ecofficine"

da Legambiente . Volantino Polveri

la situazione dell'inquinamento atmosferico nella nostra città e nella nostra regione è
allarmante, dal 1 dicembre i valori delle polveri sottili in città superano (eccetto un giorno) il
limite per il PM10 di 50 ug/m3 e peggio ancora per le PM 2,5
(http://www2.arpalombardia.it/sites/QAria/_layouts/15/QAria/DettaglioStazione.aspx?IdStaz=561)

Allegati:
Scarica questo file (volantino polveri 161216.pdf)volantino polveri 161216.pdf[ ]124 kB

#Paratie - Rognoni (Prc/SE Circoo territoriale Città di Como): «Il Partito Democratico e la Giunta di cosiddetto centro-sinistra, una volta vinte le elezioni, non fecero nulla per arginare il sistema creato dal centro-destra»

Mario Lucini dichiara che la colpa sarebbe di tutti meno che sua. Indubbiamente non possiamo essere noi ad accertare le responsabilità penali, compito che spetta alla Magistratura. Ma politicamente non possiamo fare a meno di notare come una politica che fa dello scaricabarile il suo pilastro non possa portare a niente di buono per la città. 

Il Partito Democratico e la Giunta di cosiddetto centro-sinistra, una volta vinte le elezioni, non fecero nulla per arginare il sistema creato dal centro-destra, vi si sono anzi perfettamente adattati. Il mandato che gli era stato affidato in virtù dell'opposizione che avevano espresso a parole è stato totalmente tradito, mantenendo l'attuale giunta la gran parte delle decisioni assunte dalla precedente. Serve un'alternativa per la città e come PRC/SE siamo impegnati insieme ad altre forze politiche e sociali per dare un riferimento alla Como che non si arrende.
Como, 17 dicembre 2016

Stefano Rognoni (Prc/SE_Circolo Territoriale "Città di Como")

 

PRC - MIGRANTI: «Cosa succede al Centro di accoglienza temporanea di via Regina Teodolinda?»

Sabato 11 dicembre l’ennesimo grave episodio. Un ragazzino di quindici anni che ha tentato il suicidio all’interno di un container ed è stato salvato solo grazie all’intervento di altri ragazzi che hanno sfondato la porta.
In precedenza erano stati segnalati furti di telefonini e una rissa. Qualcuno dovrebbe spiegarci cosa sta accadendo dentro il Centro di accoglienza per migranti di via Regina Teodolinda che doveva essere temporaneo ma sappiamo tutti che di temporaneo non ha nulla.
La Federazione Provinciale del Partito della della Rifondazione Comunista/Sinistra Europea unitamente ad altre associazioni e partiti, è stata in prima linea questa estate per l’accoglienza ai migranti e sin da subito ha palesato le difficoltà relative alla gestione del Centro anche per la compresenza  di adulti e minori non accompagnati (che per legge dovrebbero essere inseriti in percorsi di accoglienza differenti ed a scolarizzazione).
Cosa stanno facendo Prefettura, Comune di Como, Caritas e Croce Rossa per garantire una convivenza dignitosa a soggetti che scappano da guerre e povertà?
Ci chiediamo se sia normale che accadano episodi come quello di sabato scorso e se si stia  facendo tutto il possibile per garantire una convivenza pacifica e dignitosa ai migranti che vivono nel Centro.
O forse dobbiamo aspettare che  ci scappi il morto per far sì che l’opinione pubblica nazionale si occupi (non certamente in senso positivo) nuovamente del Centro di accoglienza temporaneo di via Regina Teodolinda?
Crediamo che l’obiettivo primario sia quello di evitare che si ripetano episodi spiacevoli come quelli dell’ultimo mese e gli Enti preposti a garantire una gestione oculata della vicenda ci sono.

Leggi tutto: PRC - MIGRANTI: «Cosa succede al Centro di accoglienza temporanea di via Regina Teodolinda?»

Attivati proponiti per le amministrative comunali Como nel 2017 - Lista Movimento 5 stelle

Ciao, 

nel 2017 ci saranno le elezioni amministrative nel Comune di Como.
Stiamo girando tutte le circoscrizioni per spiegare la bozza del programma e per arricchirlo di proposte, idee e cercando di coinvolgere i cittadini.
Questo coinvolgimento deve portare alla preparazione di una lista elettorale che possa essere una proposta per il governo della Città di Como.
 
Le primarie del M5s sono aperte a tutti, l'iscrizione di candidati non dipende dai voti che possano portare alla lista, ma si valutano solo per capacità e buona volontà. 
La rivoluzione culturale passa anche da questo.
 
Chiediamo la tua disponibilità a compilare questo form, comunque, sia per riconferma che per escluderti, grazie:
 
Abbiamo bisogno di sapere quali sono le disponibiltà per preparare nel modo più efficiente possibile i passaggi organizzativi per la lista di candati, che verranno scelti con votazione plenaria.
 
Cerchiamo portavoce, dai la tua disponibilità a far parte del cambiamento.
 
Grazie mille
Luca Ceruti

CGIL - COMO ACQUA: tanti problemi irrisolti, stupiti dalla nomina del direttore generale

Como, dicembre 2016 - A più di un anno dal conferimento al gestore unico "Como Acqua", il processo è fermo al palo. Alcuni problemi sono ancora irrisolti: "Al momento - spiega Giuseppe Augurusa, responsabile ufficio legale e delegato alle partecipate della Cgil di Como - siamo ancora al gestore "plurimo" e non unico, non sono state avviate le fusioni dei rami d'azienda, non è stata risolto il rapporto con le società a capitale misto, inconferibili con le cessioni dei rami d'azienda e senza accordo
con gli imprenditori privati (sono due: "Como depur", partecipata del Comune di Como, e "Lariana depur"), resta ancora da capire come sarà gestita in futuro la parte di lavoro in economia (si esclude che i comuni possano impegnere i propri dipendenti) e resta quindi indefinita la pianta organica, non è a regime un sistema unico di fatturazione. Quest'ultimo aspetto, inoltre, alla lunga solleva un problema di legittimità: chi emette le bollette deve corrispondere a chi gestisce". La Cgil è presente
al tavolo come gruppo di lavoro che si occupa del personale; le grandi questioni, quindi, restano ancora irrisolte. "Però - aggiunge Augurusa - ci si è prodigati senza passare dall'assemblea dei soci (atto di trasparenza che ci pareva dovuto), a nominare un direttore generale. Siamo sorpresi: non capiamo quale necessità vi
fosse di procedere a una nomina attraverso un bando "balneare". In questa fase, quindi, Como Acqua si ritroverebbe con zero dipendenti e un direttore generale. Una
situazione singolare sia secondo buon senso sia secondo la legge, che prevede la governance inferiore al numero degli addetti. Lo stipendo del dg, 160mila euro all'anno per tre anni, ci sembra in questa fase un investimento fuori luogo. Ci sarebbe sembrato più logico investire su una figura così importante dopo aver ricompreso dentro
Como Acqua un primo patrimonio industriale".
"Intendiamo stigmatizzare - aggiunge Giacomo Licata, segretario generale della Camera del Lavoro di Como - la scelta del CdA che, a nostro avviso, getta discredito anche sulla politica. Non crediamo di affermare nulla di nuovo evidenziando che la nomina dei componenti del CdA è frutto di un intesa tra le principali forze politiche a cui
fanno riferimento i soci.

Leggi tutto: CGIL - COMO ACQUA: tanti problemi irrisolti, stupiti dalla nomina del direttore generale

progetto “IL SOLE IN CLASSE”

Per la prima volta a Como, grazie all’interessamento dell’insegnante Francesca Alonge, e alla promozione di Stringhe colorate,nelle persone di Alberto Terzi presidente e Laura Provenzano, vicepresidente, che ha aderito a ANTER e ha scelto le Fonti rinnovabili di NWG per la sua sede, l’Istituto comprensivo di Como Centro (Parini e Virgilio) ha potuto usufruire del progetto
di educazione ambientale mirato sulle Energie Rinnovabili promosso da ANTER (ass. naz. tutela delle energie rinnovabili)
con il sostegno di NWG Energia. www.anteritalia.it Il progetto, denominato “IL SOLE IN CLASSE” ha interessato le terze medie A, B, C, D, E della Parini e la terza V della Virgilio, coordinate dagli insegnanti D’Ambrosio, Fiorito, Gaccione, Colombo, Alonge, Pellegrino, Carratello e Guastella. I giorni in cui gli esperti volontari di Anter sono intervenuti sono il 22 e il 24 novembre 2016. Quasi 200 ragazzi, informati da Elisa Ruini e Luca Dragone di Anter, hanno imparato quali sono le fonti rinnovabili e quali sono le azioni di prevenzione da mettere in atto per avere un futuro più pulito e meno consumistico.
Ma ora parte la sfida vera per vincere il premio tanto ambito: la fornitura gratuita di energia rinnovabile per un intero anno
alla Scuola vincitrice.
Riusciranno le classi di questo istituto a vincere e partecipare alla premiazione nel mese di marzo 2017?
Possono partecipare realizzando:

Leggi tutto: progetto “IL SOLE IN CLASSE”

SCIOPERO ASF: ADESIONE ALTA DA PARTE DEI LAVORATORI

Como, 25 novembre 2016 - ha raggiunto un'adesione alta lo sciopero dei lavoratori Asf. Per citare alcuni dati, a Erba ha aderito
l'80%, a Cantù il 50%, ad Appiano l'80% e a Lazzago extra urbano il 95. Soddisfazione per la Filt Cgil, unica sigla ad aver organizzato la protesta: "Con l'alta partecipazione allo sciopero di oggi - spiega Marco Fontana, segretario provinciale Filt - i lavoratori di Asf, per l'enesima volta,dopo aver respinto l'accordo con il referendum, segnalano la loro opposizione all''ipotesi di accodo illegittimamente sottoscritto dall'azienda, Fit Cisl e Uilt Uil. La Filt parteciperà all'incontro richiesto dalla Rsu programmato per il 30 novembre con Asf e nell'occasione, forti del referendum e dello sciopero di oggi, chiederà il ritiro delle disdette e l'apertura della trattativa".

Legambiente: osservazioni alla proposta di piano generale del Traffico Urbano di Como

Il circolo di Legambiente  "Angelo Vassallo" insieme ad altre associazioni operanti in città e sul territorio  (FIAB Como Biciamo, La città possibile, Ciclofficina par tucc, Como a ruota libera e WWf Insubria, sezione di Como) esprime il desiderio che la giunta di Como proceda con l'elaborazione della revisione del Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU).

Riteniamo necessaria e urgente la revisione del PGTU esistente (datato ormai una quindicina d'anni) e condividiamo appieno gli obiettivi generali di Piano e la focalizzazione sui temi della riduzione dell'incidentalità, della riduzione degli inquinanti ambientali e dell'ottimizzazione della mobilità urbana, al fine di consentire alle persone di muoversi con modalità differenti e sempre più sostenibili.

Apprezziamo il percorso di partecipazione messo in atto dall'assessorato.
La proposta di piano ci sembra una piattaforma adeguata con molti dati da cui partire, meritevole di qualche approfondimento ed elaborazione in più in alcune sue parti; abbiamo presentato a tal fine contributi e proposte (1 luglio) e alcune osservazioni (19 novembre).

Leggi tutto: Legambiente: osservazioni alla proposta di piano generale del Traffico Urbano di Como

Como Senza Frontiere scrive al prefetto di Como

Spett. Sig. Prefetto,

al termine dell'incontro svoltosi il 19 Ottobre u.s. presso la prefettura, in seguito alla nostra segnalazione di alcuni limiti e disservizi da noi riscontrati in ordine alla gestione del Campo di via Regina Teodolinda, Lei ha dichiarato la disponibilità a ricevere eventuali altre osservazioni, in qualità di responsabile ultimo della conduzione del Campo stesso.

In conseguenza di ciò e in seguito ad un'attenta valutazione di quanto contenuto nel Regolamento del Campo, nonché di alcuni episodi e situazioni verificatisi dalla sua apertura ad oggi, le elenchiamo alcuni punti di criticità, per i quali riteniamo indispensabile trovare soluzioni rapide e adeguate.

Il regolamento del campo non è a disposizione di tutti gli ospiti. Esso viene fatto firmare solamente dopo la registrazione in questura e spesso chi si è registrato precedentemente non è nemmeno a conoscenza dell’ esistenza di un regolamento.

Al punto 1 del regolamento del campo è menzionata una “Tabella operativa per la gestione del Campo profughi” che regola le modalità di accesso alla struttura. Chiediamo che questa tabella venga esposta all'esterno del campo e che venga resa nota, come già richiesto dal Consiglio  Comunale, sia alla cittadinanza sia ai volontari che si occupano di quei molti che ogni notte dormono per le strade della nostra città non potendo accedere al campo, affinché migranti, cittadinanza e volontari abbiano un riferimento oggettivo e univoco, contrariamente alle dichiarazioni rese dagli addetti al centro, raramente concordi fra loro.

Al punto 4 del regolamento del campo si dichiara che le tensostrutture messe a disposizione da Caritas “saranno adibite a mensa ma anche a luogo comune di ritrovo e svago”; chiediamo,quindi, che tali strutture, al momento aperte solamente nell’orario dei pasti, siano accessibili agli ospiti in altri momenti della giornata.

Leggi tutto: Como Senza Frontiere scrive al prefetto di Como

Volantini e striscioni di estrema destra contro la CGIL di COMO

Como, 22 novembre 2016 - Ieri sera tardi, la sede della Cgil di Como (via Italia Libera) è stata presa di mira da alcuni appartenenti a
gruppi di estrema destra. È stato affisso uno striscione con la scritta “Vergogna”. All’ingresso, invece, sono stati lasciati per terra alcuni volantini, quelli in cui si segnalava la necessità di cellulari per migranti, con la scritta “vergogna”. Viene, quindi, condannata l’azione portata avanti dal nostro sindacato in questi mesi a supporto di Prefettura e Caritas nell’emergenza migranti. Per ultima, la disponibilità della nostra sede a raccogliere i telefonini per gli stranieri del centro di via Regina Teodolinda.

«La Cgil – dice Giacomo Licata, segretario generale della Camera del lavoro di Como – non verrà certo meno al proprio impegno e ai propri valori. Continuiamo a pensare che aiutare chi ha bisogno sia un valore intrinseco della nostra storia. Di certo, questi atti non fermeranno l’azione del sindacato, che continuerà a portare il contributo alla tenuta della coesione sociale del paese.
Intendiamo, inoltre, stigmatizzare le dichiarazioni di alcuni politici con responsabilità nazionale. Con le loro parole, rischiano di
contribuire a creare un clima di conflitti e diventare, insomma, quei “cattivi maestri” di cui la storia della nostra nazione è stata
segnata».

Filt Cgil - 25 NOVEMBRE: SCIOPERO ASF

Como, 21 novembre 2016 - Dopo il risultato del referendum fra i lavoratori, in cui la maggioranza si è dichiarata in modo inequivocabile contratria all'accordo, la Filt Cgil proclama 4 ore di sciopero per venerdì 25 novembre (dalle 10 alle 14 per i bus, a fine turno per impiegati e gli addetti delle officine).
"Confermiamo - spiega Marco Fontana, segretario provinciale Filt Cgil Como - la totale contrarietà all' ipotesi di accordo produttività sottoscritto in maniera illegittima da Asf, Fit Cisl e Uilt Uil, largamente minoritari fra i lavoratori. Con un grave e irresponsabile comportamento senza precedenti, che non può non essere definito un “ golpe ”, una minoranza ha prevaricato sulla maggioranza
.I firmatari non hanno rispettato le regole sancite dal contratto nazionale e dagli accordi Confederali Nazionali da tutti sottoscritti.
Non a caso, Unindustria non ha firmato l'accordo.
Fit Cisl e Uilt Uil sostengono che “alcuni lavoratori” avrebbero “ raccolto delle firme per invitare i sindacati a sottoscrivere
l'accordo. A oggi, a noi e alla Rsu, unica autorizzata a firmare gli accordi e quindi destinataria della raccolta , tali firme non sono
state consegnate".

Leggi tutto: Filt Cgil - 25 NOVEMBRE: SCIOPERO ASF

La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare 2016 a Como - sabato 26

Anche a Como la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare vedrà impegnati sabato 26 novembre più di 1.500 volontari in circa 120 punti vendita dislocati in città e provincia.
“Ogni anno - ricorda Francesco Maino, Responsabile Colletta Alimentare per la provincia di Como - è commovente vedere migliaia di persone che prestano il loro tempo libero per partecipare ad un gesto tanto semplice quanto grande.
È un’occasione concreta di applicare quello che ci ha ricordato Papa Francesco di recente in occasione dell’anno delle Misericordia: “Non si può distogliere lo sguardo e voltarsi dall’altra parte per non vedere le tante forme di povertà che chiedono misericordia. [...] Non mi stancherò mai di dire che la misericordia di Dio non è una bella idea, ma un’azione concreta [...]. La misericordia non è un fare il bene “di passaggio”, è coinvolgersi lì dove c’è il male, dove c’è la malattia, dove c’è la fame, dove ci sono tanti sfruttamenti umani. [...]” (Discorso di Papa Francesco ai partecipanti al Giubileo degli Operatori di Misericordia, 3 settembre 2016, Piazza San Pietro)
Di fronte ai numeri spropositati di chi vive in povertà assoluta in Italia (4,6 mio di persone in povertà assoluta – dati ISTAT) e all’esodo migratorio a cui assistiamo da ormai lungo tempo, si può scegliere di incidere - anche solo per un sabato – facendo un’azione concreta che può cambiare se stessi e il proprio cuore e di conseguenza il “mondo intero”. Questo vale sia per chi dona parte del proprio tempo (volontari) sia per chi dona anche solo una scatola di pelati (donatori).
Per questo motivo non sarà importante quanto verrà donato (e, conseguentemente, quanto verrà raccolto), ma che il gesto della Colletta Alimentare possa portare a cambiare il nostro cuore”.
La Colletta non si ferma quel giorno ma continua per tutto l’anno: a Como e provincia vengono annualmente consegnate più di 650 tonnellate di generi alimentari a 69 strutture caritativedel territorio, contribuendo a sfamare circa 10.000 indigenti, pari a circa 1.500.000 pasti equivalenti erogati. Un apporto, quello del Banco Alimentare, fondamentale per la nostra città e per le tante strutture caritative che operano sul nostro territorio.
Associazione Banco Alimentare della Lombardia “Danilo Fossati” Onlus
Via Papa Giovanni XXXIII 17/19, Fraz. Taccona _ 20835 Muggiò (MB) _ T +39 039.5972.950 _ F +39 039.5972.951
E Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. _ CF 97190140158 _ www.bancoalimentare.it


Patrocini e collaborazioni locali

Leggi tutto: La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare 2016 a Como - sabato 26

NOW FESTIVAL DEL FUTURO SOSTENIBILE SECONDA EDIZIONE APERTE LE ISCRIZIONI PER DIVENTARE ESPOSITORI

12-13-14 Maggio 2017, queste le date della seconda edizione di Now 2017.

video event.png

Torna a Villa Erba sulle rive del lago di Como Now, il Festival del Futuro Sostenibile dedicato a tutte le esperienze, persone, organizzazioni e aziende innovative, che oggi agiscono pensando a un futuro sostenibile per l’ambiente, l’economia, la cultura e la società.   

La prima edizione nel 2016, organizzata in pochi mesi, ha visto 7.000 visitatori, 132 espositori, 44 incontri ed eventi e 30 animazioni
Qui il Video Event Edizione 2016 


Per il 2017 è stato possibile avviare l'organizzazione fin da ottobre. L'obiettivo è quello di avere, in anticipo rispetto allo scorso anno, la lista degli espositori e il programma degli eventi per poter informare e raggiungere un pubblico numeroso.


In quest’ottica, sono già state aperte le Iscrizioni Espositori, con il duplice scopo di proporre ai Visitatori più stand e di consentire agli Espositori di programmare e pianificare per tempo la propria partecipazione.

Gli Espositori con le loro storie e i loro prodotti saranno tra i protagonisti di questa seconda edizione.


Per iscriversi all'edizione 2017:
1. Leggere le MODALITÀ D'ISCRIZIONE, il REGOLAMENTO ESPOSITORI e i CRITERI DI AMMISSIONE
2. Compilare la FORM ONLINE D'ISCRIZIONE entro l'1 marzo 2017 (per chi si iscrive prima sono previsti degli sconti)

 

Leggi tutto: NOW FESTIVAL DEL FUTURO SOSTENIBILE SECONDA EDIZIONE APERTE LE ISCRIZIONI PER DIVENTARE ESPOSITORI

Rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente

Como è retrocessa dalla 45ma alla 86ma posizione nel rapporto annuale  Ecosistema Urbano di Legambiente su 104 città analizzate. Il rapporto prende in considerazione 17 indicatori che coprono le 5 principali componenti ambientali presenti in una città: aria, acqua, energia, rifiuti e mobilità.

Se approfondiamo il dettaglio dei risultati, ci rendiamo facilmente conto che l'unica area che ha segnato un miglioramento considerevole riguarda la raccolta differenziata. Alcuni indicatori segnano un preoccupante peggioramento, come quello che registra la media annua di PM10 passato da 25 a 34 e quello riguardante il trasporto pubblico che misura il numero di passeggeri trasportati annualmente per abitante  che è sceso da 80 a 76. Altri indicatori registrano una totale immobilità. Per esempio l'indice che misura la percentuale di popolazione residente servita dalla rete fognaria e' fermo da anni all'88%. Come possiamo sperare di arrivare all'obiettivo di rendere balneabile il primo bacino del lago se non ci impegniamo a migliorare questo dato? Anche il modal share, indicatore che registra la percentuale di spostamenti in auto e moto, resta fermo su un altissimo 72%  e questo dato  ci preoccupa particolarmente se lo leggiamo correlato al peggioramento della qualità dell'aria e alla riduzione dei passeggeri del TPL.

Nell'insieme il rapporto ci restituisce l'immagine di una città ferma sui temi ambientali. Como è penultima in Lombardia - peggio di noi fa solo Monza - ma soprattutto si dimostra del tutto incapace di competere con altre città lombarde come Mantova  Lecco o Cremona. Mentre queste e molte altre città di medie dimensioni ottengono risultati e scalano la classifica, Como scende inesorabilmente nel fondo, senza rendersi conto che la qualità dell'ambiente in una città rispecchia la qualità della vita delle persone  che ci vivono.

Leggi tutto: Rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente