guarda i video su

pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2018
.
 
 
 
 

Comitato Abitanti di Sagnino: il bosco non è stato “ rimesso a nuovo ”

Apprendiamo dalla stampa locale la notizia che il bosco di Sagnino è stato “ rimesso a nuovo ” nel corso dell’ultimo periodo ( La Provincia di Como, 15 giugno 2018).
Esponenti dell’attuale amministrazione ( Marco Butti , Sergio De Santis , Marco Galli ) ed altri esponenti noti della politica locale ( Vittorio Mottola ) hanno partecipato a una solenne cerimonia tenutasi a Sagnino il 14 giugno per celebrare la fine dei lavori.
Purtroppo, non c’è nulla da festeggiare : invitiamo tutta la cittadinanza locale a verificare di persona l’esito di questi lavori.
In spregio a qualunque buon senso di tutela forestale, infatti, i suddetti lavori sono stati realizzati mediante l’utilizzo di ruspe che hanno letteralmente raso al suolo le piante presenti nell’area boschiva retrostante ai campi sportivi di via Segantini.
Casomai fosse necessario esplicitarlo, i danni di questa operazione sono gravissimi :
● Si favorisce l’invasione di piante infestanti che peggiorano lo stato di salute del bosco .
● Sono state eliminate proprio quelle piante adulte che contribuiscono a creare ombra, a mantenere un microclima più fresco, e a fare da barriera anti-rumore e anti-inquinamento. Ci vorranno ora decenni
prima che ritornino .
● I tronchi morti sono fondamentali perché la loro decomposizione nutre l’ecosistema. Rimuovendoli si mette a rischio l’autosussistenza del bosco .
Questo scempio è l’unico risultato dei lavori annunciati in pompa magna nel corso di un’assemblea pubblica a fine inverno scorso in cui hanno partecipato le figure politiche di cui sopra .
La cittadinanza pretende ora di conoscere chi ha pagato e realizzato questi lavori, e a quale costo.
Chiediamo inoltre ai nostri assessori quali valutazioni tecniche abbiano portato ad autorizzare questo scempio .
Ci sembra evidente che si sia operato contro l’interesse del bosco e della cittadinanza, e a fini esclusivi di propaganda politica personale. Lo dimostrano le celebrazioni con cui questo scandalo è stato festeggiato. Un insulto a tutti i sagninesi.
Invitiamo la cittadinanza locale a far sentire la propria voce insieme alla nostra.
Saremo presenti con un gazebo alla Festa del Patrono che si terrà a Sagnino il 23 e 24 giugno .
Invitiamo i responsabili di questa operazione a rispondere del proprio operato di fronte alla cittadinanza locale.
Il Comitato Abitanti di Sagnino

0
0
0
s2sdefault