guarda i video su

 


pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2017
.
 
 
 
 

Civiltà Contadina - Il saluto del nuovo Presidente.

Asso 23 febbraio 2013, nevica.

Cari amici, soci e socie di Civiltà Contadina,
sono Teodoro Margarita, ho 52 anni, vivo ed insegno nella scuola pubblica ad Asso,in provincia di Como, nel Triangolo Lariano.Ho un figlio, Janus, di 13 anni. Coltivo un mio piccolo podere sul margine di una magnifica cascata, la Vallategna, il luogo che abito si chiama Cranno ed è un luogo speciale: già 4000 anni addietro era abitato, qui si sono rinvenuti i resti del Paleolitico tra i più antichi della Vallassina. Sono vegetariano da oltre 30 anni, è da quello stesso anno, il 1982, che, assieme alla mia prima moglie, Eva, in un terrazzo della costa d'Amalfi, ho appreso a coltivare ed amare piante e fiori. Mia madre,

"Chiamata a raccolto"

Asso, 25 novembre 2012 

Siamo stati alla Chiamata a raccolto, ci hanno invitato gli amici di Feltre di "Coltivar condividendo". Ci siamo andati dopo una serie di interventi, partecipazioni a innumerevoli eventi e manifestazioni: questo autunno dalla Vallassina siam partiti, quasi sempre in gruppo, praticamente tutti e a volte anche con bambini e cagnolina al seguito, a volte io da solo, abbiamo viaggiato per la Lombardia, per tutto il nord Italia.

Dopo Terra Madre a Torino, Genuino Clandestino a Milano, la giornata di Bergamo, ancora da noi, la Biofera di Canzo, L'Isola che c'è a Villaguardia, altre volte a Milano per l'incontro con la Rete semi rurali, questa stagione è stata pregna di appuntamenti, riflessioni, dibattiti.

Leggi tutto: "Chiamata a raccolto"

A Torino, da Asso (CO), a Terra Madre, un venerdi autunnale di pioggia e nebbia

Ecco, cari amici, riesco a narrarvi solamente in forma di diario soggettivo questa nostra avventura a Torino, ne siamo stati coinvolti, io, Alice e Jacopo, miei soci e fratelli seedsavers e riabitatori di un vecchio borgo, Fraino, qui ad Asso e quindi al pari di me, bioregionalisti a tutti gli effetti. Siamo voluti andare a Torino, questo venerdi 26 ottobre 2012, a sentire Vandana Shiva ed altri, trai quali il nostro presidente, Alberto Olivucci. Noi militiamo in Civiltà Contadina da una decina d'anni, e, dopo queste frenetiche settimane di discussioni, dibattiti in tutta Italia ma noi vi abbiamo preso parte con passione qui in Lombardia, tra Milano e Bergamo e confrontandoci con realtà di tutta la penisola, questo ottobre è stato fecondo, intenso, ricco, davvero nel nostro Paese mai si è assistito ad un pullulare così vivace ed articolato di iniziative sulla biodiversità. Vandana Shiva è la fisica indiana autrice di innumerevoli opere sul tema con un credito che le è universalmente riconosciuto, ella ha lanciato la settimana perla libertà del seme ed ha trovato una eco più vasta del nostro solito cerchio di addetti ai lavori.

Leggi tutto: A Torino, da Asso (CO), a Terra Madre, un venerdi autunnale di pioggia e nebbia

URGENTE: CERCASI materiale sanitario per Siria

Venerdì prossimo parte una delle ambulanze comprate qua da siriani x Siria, campo feriti ad Antakia, Turkia. Se riuscite a recuperare materiale medico: garze, emostatico, siringhe, flebo, bende, antibiotici, ecc., fatecelo avere entro giovedì perché c’è da riempire l’ambulanza. Da Asso (CO). Grazie.

Silvia 3335706437.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Siria Libera

il popolo siriano sta pagando con il sangue la libertà dalla dittatura.Con alcuni siriani in Italia,con la pratica della libera creativa convivialità vogliamo compiere i primi passi concreti realizzando in provincia di Damasco un piccolo grande progetto,dove la terra e i legami siano al centro. Si vuole creare una tenda-caffè con forno a legna,biblioteca,spazio per
>>laboratori di tessitura,musica,campo da calcio e la coltivazione di rose damascene e di alberi da frutta,su un campo incolto(,raoccupato dai carriarmati).Questo progetto si affianca alla proposta di un" albergo diffuso"per turisti consapevoli e di un gruppo d'acquisto di pannelli solari fotovoltaici.Qua in Italia ci si propone con incontri culturali e culinari:cucina siriana vegetariana al nostro domicilio ad Asso a offerta libera(benvenute le famiglie anche con tanti bimbi,qua c'è
un giardino e i nostri bimbi con cui giocare)o presso altrui casa o associazione che voglia creare sostegno a questo progetto,anche con l'acquisto di vario materiale siriano(sapone di aleppo,100gr a 1eu/kèfia a3eu/petali di rosa
damascena per tisana armonizzante 50gr a 3eu/ kol-kajal arabo per occhi,siwak,radice per spazzolare i denti,spezie varie...).ci proponiamo anche di cucinare pizze con un forno a legna "portatile",trasportabile in auto,e cucina siriana
>vegetariana,presso eventi,feste,ritrovi etcc.Si raccoglie anche da portare in siria:garze, bende,emostatico, computer, caffettiere,fornelletti da campeggio,vestiario soprattutto per neonati e bimbi e ragazzi.cerchiamo anche un'auto,non disel,ke magari qcno cambia e invece d rottamare ci può donare,per partire e portare materiale in siria.Poi a asso e dintorni vorremmo fare anche una rassegna di cinema all'aperto estivo a tema antirazzista,libertario,etc,chi ha idee ed energia si faccia vivo.
per altre info sul progetto e contatti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
silvia 3335706437

Asso: terreni pubblici vicino alla cascata, ma serve lo stop al supermercato!

Il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” interviene sulla proposta di acquisizione pubblica di alcuni terreni vicino alla cascata della Vallategna

“Ora l’area deve essere classificata come non edificabile nel piano urbanistico del Comune di Asso”

ASSO (CO) – “Bene l’acquisizione pubblica dei terreni vicino alla cascata della Vallategna, ma il Comune di Asso deve rendere non edificabile tutta l’area, scongiurando definitivamente il progetto del supermercato!”. Così il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” commenta la proposta di acquisizione da parte del Comune di alcuni terreni vicino alla cascata, proposta su cui deciderà il Consiglio Comunale nei prossimi giorni.

Commentano gli ambientalisti: “Il vigente Piano Regolatore di Asso prevede ancora la possibilità di edificare su una parte dei terreni vicini alla cascata. Noi diciamo che la definitiva salvaguardia della Vallategna si realizza solo inserendo nello strumento urbanistico la non edificabilità di tutta l’area, sulla quale era previsto il supermercato. Del resto è noto il valore ambientale della cascata, sulla quale esiste un vincolo già dal 1922. Ora occorre dire la parola fine al progetto del supermercato. Infatti l’edificazione in quell’area risulterebbe insensata: infatti, oltre alla deturpazione paesaggistica della cascata, si è in presenza di rischio idrogeologico per le possibili esondazioni del torrente Foce e del fiume Lambro, come dimostrato nei giorni di forte pioggia in cui la cascata e il fiume ingrossano”.

Il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” ribadisce pertanto la richiesta di cambio di destinazione urbanistica di tutta l’area della Vallategna: “Anche nel Piano di Governo del Territorio (PGT) di Asso, l’area deve essere classificata come non edificabile, eliminando la classificazione attuale a zona commerciale. La bellezza naturale della cascata deve essere preservata per sempre!”.

CIRCOLO AMBIENTE “Ilaria Alpi” Merone, 25 novembre 2011

 

Asso: il vincolo sulla cascata cancella il supermercato!

Il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” interviene a seguito della proposta di vincolo sull’area della Vallategna

Asso: il vincolo sulla cascata cancella il supermercato!

 “Ora l’area deve essere classificata come non edificabile anche dal PGT del Comune di Asso”

 

ASSO (CO)“Con il vincolo di inedificabilità su tutta l’area della cascata Vallategna di Asso, il progetto del supermercato viene definitivamente cancellato!”. Così il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” interviene in merito alla proposta di vincolo votata all’unanimità dal Consiglio Provinciale di Como. Il vincolo, una volta apposto, scongiurerebbe per sempre l’assurdo progetto del supermercato di Asso.

 

Commentano gli ambientalisti: “Un plauso alla decisione del Consiglio Provinciale; ora chiediamo alla Regione Lombardia e alla Soprintendenza di affrettarsi a concludere l’iter per l’apposizione del vincolo, per dire la parola fine al progetto del supermercato.  Infatti l’edificazione in quell’area risulterebbe insensata: oltre alla deturpazione paesaggistica della cascata (che risulta in parte vincolata già dal 1922), si è in presenza di rischio idrogeologico per le possibili esondazioni del torrente Foce e del fiume Lambro, e di rischio per la caduta di massi dalla parete a piombo sovrastante l’area”.

 

Il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” torna a richiedere il cambio di destinazione urbanistica dell’area della Vallategna: “Anche nel Piano di Governo del Territorio (PGT) di Asso, in fase di stesura, l’area deve essere classificata come non edificabile, eliminando la classificazione attuale a zona commerciale. La bellezza naturale della cascata deve essere preservata per sempre!.

 

CIRCOLO AMBIENTE “Ilaria Alpi”

Merone, 06 aprile 2011

Allegato: una foto della cascata Vallategna di Asso.

info stampa: cell. 338 8294970 (Roberto Fumagalli)

STOP ALLA CASCATA DI CEMENTO

La cascata della Vallategna appartiene alla memoria della valle, essa rappresenta lo splendido ingresso innanzitutto per noi stessi, abitanti di questi luoghi
ed è uno stupendo biglietto da visita per tutti coloro che la vogliano attraversare. Stravolgerne la figura con una gettata di cemento, questo e non altro è il previsto supermercato, significa uccidere per sempre ogni sua bellezza, ogni sua magia.
Permettere l'abbattimento dei due magnifici cedri davanti al municipio di Asso è essenziale in questa lotta: la rotonda prevista, 350mila euro preventivati,
servirà soprattutto a consentire ai camion di servizio del supermercato di girare.

Coordinamento Alta Brianza-Valassina
Civiltà Contadina
su Facebook:
“Difendiamo la cascata Vallategna!”
www.biodiversita.info
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Asso 27 gennaio 2010

Asso, a febbraio distruggeranno l'ingresso del paese

Asso, a febbraio distruggeranno l'ingresso del paese

A tutti quanti hanno a cuore l'ambiente, ma meglio sarebbe dire, la decenza, la memoria dei nostri paesi, rendo noto che a febbraio 2010, come da albo affisso in comune,
l'accesso al comune di Asso sarà stravolto dall'abbattimento di due stupendi e vetusti cedri del Libano, proprio quelli davanti al Municipio, al loro posto sorgerà un'ennesima ed inutile rotonda, il costo, 350mila euro.
Questa opera che per un comune come Asso è faraonica quanto inutile, serverà, oltre che a deturpare per sempre quest'angolo di Valassina, soprattutto, anche se gli ammnistratori, ovvio, lo negano, a permettere ai camion di servizio del previsto Iperal sotto la cascata Vallategna di poter girare.
Ovvero, continuando e persistendo nell'opera di demolizione dell'ambiente, della socialità, della cultura, della memoria di questi luoghi, si intende cominciare, nel silenzio assordante, nell'ottusa nebbia del menefreghismo, dell'ipocrisia quotidiana, del "tanto comandano loro".
A voi tutti chiedo di sommergere il Comune di Asso, la stampa locale, le associazioni, la Comunità Montana, di mail, di lettere.
Vi chiedo di farvi vivi con me, già esposto in prima persona, l'ultimo pezzo è uscito sulla Provincia il 31 dicembre, per elaborare forme civili ed attive di resistenza, di opposizione e di condanna di quest'altra oscenità edilizia.
Ringrazio in anticipo quanti vorranno in qualsiasi forma dare una mano.
Teodoro Margarita
Asso C/O Scuola Media "Giancarlo Puecher" Medaglia d'Oro della Resistenza italiana Erba.